Terrorismo, fermati a Trento due jihaidisti, progettavano un attentato

Terrorismo, fermati a Trento due jihaidisti, progettavano un attentato
quotidianodigela.it INTERNO

I Carabinieri dei Ros li hanno fermati, il 15 giugno, prima che potessero mettere in atto il loro piano, un attentato nel nostro Paese.

Si tratta di un uomo e una donna che si sarebbero addestrati per compiere atti violenti in nome dell’organizzazione terroristica “Stato Islamico”.

Il paese che li ha visti nascere, da famiglie kosovare perfettamente integrate.

La Procura di Trento indagava sui due giovani per associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico, arruolamento e addestramento con finalità di terrorismo anche internazionale

(ITALPRESS) – Due giovani terroristi formati dalla propaganda jihaidista sul web. (quotidianodigela.it)

Su altre fonti

La coppia è indagata per associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico, arruolamento e addestramento con finalità di terrorismo anche internazionale. Due giovani incensurati, un uomo e una donna, sono stati raggiunti, il 15 giugno scorso, da un provvedimento di fermo. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Nei confronti dell'uomo il Gip ha disposto la misura della custodia cautelare agli arresti domiciliari, con obbligo di braccialetto elettronico. (Corriere del Ticino)

I due sono stati indagati per associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico, arruolamento ed addestramento con finalità di terrorismo anche internazionale. Il gip del Tribunale di Rovereto, il 18 giugno, ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti del solo uomo. (Zoom24.it)

Ideavano un attentato in Italia, fermati due presunti jihadisti

Questa mattina (24 giugno) i dettagli saranno presentati in conferenza stampa dai carabinieri, con il Procuratore della Repubblica di Trento Sandro Raimondi e il comandante del Ros Pasquale Angelosanto Il Gip di Rovereto il 18 giugno ha disposto la misura della custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti dell'uomo, con obbligo di braccialetto elettronico. (Alto Adige)

Nella decisione sull'applicazione della misura cautelare, l’Ag I due sono stati indagati per associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico, arruolamento ed addestramento con finalità di terrorismo anche internazionale. (Gazzetta di Parma)

I due sono stati indagati per associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell'ordine democratico, arruolamento ed addestramento con finalità di terrorismo anche internazionale. (StabiaChannel.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr