Scuola, ministro Bianchi: “Non richiude, mai più interi istituti a casa”

Scuola, ministro Bianchi: “Non richiude, mai più interi istituti a casa”
Sky Tg24 INTERNO

"Abbiamo scelto un approccio strutturale per non tornare più in Dad", ha aggiunto, la scuola sarà l'ultima cosa che chiuderà nel Paese”.

Poi un messaggio a chi contesta il Green pass: “Abbiate fiducia nella scienza e agite per il benessere della comunità.

Il Green Pass è una strada segnata”

Ad assicurarlo è il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, in un'intervista a Repubblica.

In un’intervista a Repubblica, il titolare del Ministero dell’Istruzione dice: “La scuola sarà l’ultima a chiudere. (Sky Tg24 )

Su altre fonti

È scritto chiaramente nel decreto del 6 agosto, il 111: se in un istituto si certifica un focolaio, si isola l’istituto. Lo assicura, in due interviste a Repubblica e Corriere della Sera, il ministro della Pubblica Istruzione Patrizio Bianchi, alla vigilia della riapertura delle scuole. (Open)

Comincia un nuovo anno scolastico, è una ripartenza”. Inizio scuola, Bianchi agli studenti: “Lavoriamo insieme sulla nuova scuola, quella che costruiamo insieme oltre l’emergenza” Di. Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, in occasione del primo giorno di scuola per quasi 4 milioni di studenti italiani, scrive su Facebook un pensiero di augurio di buon anno scolastico. (Orizzonte Scuola)

Le abilità di base, come la concentrazione e l’ascolto, vanno recuperate attraverso interventi educativi mirati:. • a livello cognitivo → testa;. • a livello emozionale → cuore;. • a livello attivo → piedi Insomma al centro dello sviluppo culturale c’è bisogno di una didattica della trasformazione. (Tecnica della Scuola)

Scuola, stop alle classi affollate: regole chiare sulle mascherine

Tra i 16 e i 19 anni saliamo sopra il 70 per cento. Condividi. "La scuola sarà l'ultima cosa che chiuderà nel Paese. Rientro in sicurezza" Il 93 per cento del personale scolastico è vaccinato. (Rai News)

Cittadinanzattiva, all’avvio domani dell’anno scolastico nella gran parte delle regioni, evidenzia come siano quasi 17.000 le classi con oltre 25 alunni, appartenenti nel 55% dei casi agli Istituti di II grado. (il Fatto Nisseno)

Tempo di lettura: 4 minuti. Roma – Eliminare le classi sovraffollate, inserire gli asili nido nell’Anagrafe, dare regole chiare su mascherine, dispositivi di aerazione e quarantene e didattica a distanza: queste le richieste che Cittadinanzattiva avanza al governo e in particolare al ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. (anteprima24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr