Lequile, ex direttore di banca in pensione freddato a colpi di pistola da due killer

Gazzetta del Sud INTERNO

Caramuscio era giunto nei pressi dello sportello bancomat in macchina insieme alla moglie che è rimasta nell’abitacolo.

L’uomo si era recato allo sportello bancomat della filiale del Banco di Napoli, in via San Pietro in Lama, dove sarebbe stato raggiunto da due persone, forse per un tentativo di rapina.

Giovanni Caramuscio, 69 anni, ex direttore di banca in pensione, è l’uomo ucciso a colpi di pistola nella tarda serata di ieri a Lequile, piccolo comune a sud di Lecce (Gazzetta del Sud)

Su altre testate

C’era anche la pistola che aveva sparato e che Mecaj aveva tentato di nascondere all’interno di una pianta ornamentale Paulin Mecaj, albanese, 31enne, dovrà rispondere, in concorso con un altro soggetto in corso di identificazione, dell’omicidio di Giovanni Caramuscio. (LecceSette)

Il rapinatore colpito cade per terra, l’altro inizia a sparare come un forsennato, tre colpi, due dei quali raggiugono il pensionato al petto. Una tragedia che lascia attonite due comunità salentine, quella di Lequile e quella di Monteroni. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

La rapina finita male potrebbe non essere l’unica pista perseguibile dagli agenti che stanno indagando sull’omicidio di Giovanni Caramuscio, ex direttore di banca di 69 anni ora in pensione, che è stato freddato a colpi di pistola poco prima della mezzanotte di ieri mentre prelevava dei contanti da un bancomat di Lequile, sotto lo sguardo impotente della moglie che lo attendeva in macchina. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Tenuto sotto torchio per tutta la mattinata di sabato il 31enne è stato sottoposto a fermo dopo qualche ora ma non ha confessato. In casa è stato trovato anche un caricatore (TeleRama News)

Un uomo, un albanese di 31 anni, è stato fermato dai carabinieri: sarebbe lui l'uomo che ha premuto il grilletto di una pistola, ferendo a morte Giovanni Caramuscio, 69enne di Monteroni, ex direttore di banca in pensione che era davanti allo sportello Bancomat di Lequile, in via San Pietro in Lama, intento a effettuare un prelievo. (quotidianodipuglia.it)

A premere il grilletto, secondo le indagini, sarebbe stato un albanese di 31anni Paulin Macaj accusato, tra le altre cose, di omicidio. Fondamentale è stato il racconto drammatico della moglie del pensionato che era con lui negli ultimi istanti della sua vita. (Leccenews24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr