Le Kawasaki del futuro

Motociclismo.it ECONOMIA

Come saranno le Kawasaki del futuro?

“La sfida di lavorare su due fronti, le due le quattro ruote, per giunta per una committenza dalle forti caratteristiche culturali e tecnologiche quali Kawasaki, ci ha permesso di approcciare al design in modo molto contemporaneo

La cura nella ricerca di materiali sostenibili, la propulsione ad idrogeno e la duttilità del mezzo lo rendono realmente un oggetto per la mobilità del prossimo futuro”. (Motociclismo.it)

La notizia riportata su altri media

Kawasaki, come detto ha la W800, mentre per coloro che cercano più prestazioni c'è la Kawasaki Z900RS (qui trovate il nostro testo completo). La Casa di Akashi, infatti, continua ad investire su questa moto, moto che deriva dalla prima W1 presentata nel lontano 1971. (GPOne.com)

Ispirati da ciò, gli studenti interrogati da Kawasaki hanno pensato bene di cavalcare l’onda dell’innovazione, dando vita a due concept vehicle in grado di essere industrializzabili già entro i prossimi anni. (InMoto)

Ma… never say never!”. Li vedremo presto nel listino della Casa di Akashi? È questa la domanda che Kawasaki ha fatto agli studenti dell’IAAD, l’Istituto d’Arte Applicata e Design. (Motoblog)

Scarpe e stivali Inverno in moto: le migliori calzature di Cristina Bacchetti Accessori | Scooter o moto, in città o per turismo, in inverno una cosa è certa: la calzatura è fondamentale. (Moto.it)

Nessuno stravolgimento tecnico sulla classic di Akashi che, tralasciando la nuova colorazione Candy Fire Red/Metallic Diablo Black, mantiene le medesime specifiche del modello precedente. Tempo di aggiornamenti in casa Kawasaki, che ha da poco mostrato il MY 2022 di una delle sue moto più iconiche. (InMoto)

Ha faro rotondo di aspetto tradizionale, ma è a led, e anche la strumentazione doppio quadrante circolare si rifà al passato. La W650, da cui è stata derivata la versione 800, è stata quella che ha aperto la moda delle moto classiche nel 1999. (Moto.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr