Haiti, arrestato il capo della sicurezza del presidente Jovenal Moïse

Il Quotidiano Italiano - Nazionale ESTERI

La sicurezza non ha opposto resistenza, motivo che, fin da subito, ha alimentato il sospetto che fossero coinvolte persone vicine al presidente.

Pare che l’uomo, nei mesi precedenti all’omicidio, sia stato diverse volte a Bogotà.

Moïse sarebbe stato ucciso da sette mercenari colombiani facenti parte di un gruppo composto da circa 26 persone.

Pochi giorni fa la polizia di Haiti aveva annunciato di aver arrestato Chrisitian Emmanuel Sanon, presunto assassino di Jovenal Moïse

È stato arrestato ieri Dimitri Hérard, capo della sicurezza della residenza privata del presidente haitiano Jovenel Moïse, assassinato la scorsa settimana. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

La notizia riportata su altri media

Arrestato anche un secondo sospettato con doppia cittadinanza ad Haiti e Stati Uniti d’America È presumibilmente collegato al CTU. READ Fotografo muore in Georgia dopo essere stato ferito da manifestanti anti-gay. (Toscana Calcio)

È finito in manette ad Haiti, accusato di essere la mente dietro l’omicidio del presidente Jovenel Moïse, assassinato nella sua residenza da mercenari colombiani e americani. Di recente era tornato a Port au Prince con l’obiettivo di diventare presidente ed era accompagnato da diversi cittadini colombiani. (Cronaca Qui)

Ha preso contatto con altre due persone che consideriamo autori intellettuali dell’assassinio del presidente Moise” ha dichiarato Charles, senza fornire ulteriori dettagli sull’identità dei due sospettati Questo, è quanto affermato dal capo della polizia nazionale haitiana Léon Charles, in merito allo sviluppo delle indagini sulla ricerca della “mente” dietro all’esecuzione dell’ex presidente Jovenel Moise. (Antimafia Duemila)

Finora la polizia haitiana ha arrestato 23 persone per l’assassinio, di cui 18 colombiani e cinque americani di origine haitiana, mentre per altre sei è stato emesso un mandato di cattura. “Questa è un’operazione ben pianificata”, ha detto il capo della polizia haitiana. (Flamina&dintorni)

Ne dà notizia Jean Gough, direttore regionale Unicef per l’America Latina e i Caraibi, ricordando che fino al giorno prima «Haiti era l’unico Paese delle Americhe senza una singola dose di vaccini per il Covid-19». (Romasette.it)

(Adnkronos/Europa Press) - Sarebbe stato un ex funzionario haitiano del ministero della Giustizia ad ordinato l'assassinio del presidente haitiano, Jovenel Moise. Ma successivamente Joseph Felix Baido, dice a Capador e Rivera che quello che devono fare è assassinare il presidente di Haiti", riferisce 'El Heraldo' (SassariNotizie.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr