Dissesto della Tirrenia. Batosta all'armatore Onorato

LA NOTIZIA ECONOMIA

Per i commissari, infatti, “Onorato Armatori esercita attività di direzione coordinamento di Cin e ha condotto quest’ultima al bordo dell’insolvenza, con gravissimo pregiudizio dei suoi creditori sociali”.

La richiesta di sequestro verrà discussa il 5 novembre.

I commissari di Tirrenia in amministrazione straordinaria hanno chiesto al tribunale di Milano di disporre in via cautelare il sequestro conservativo di 180 milioni di euro nei confronti di Onorato Armatori, la holding dell’armatore Vincenzo Onorato (nella foto) che controlla Moby e Cin (ex Tirrenia), somma pari al credito vantato dalla procedura commissariale nei confronti di Cin. (LA NOTIZIA)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Ascolta la versione audio dell'articolo. 4' di lettura. I commissari di Tirrenia in amministrazione straordinaria hanno chiesto al tribunale di Milano di disporre in via cautelare il sequestro conservativo di 180 milioni di euro nei confronti di Onorato Armatori, la holding dell'armatore Vincenzo Onorato che controlla Moby e Cin (ex Tirrenia), somma pari al credito vantato dalla procedura commissariale nei confronti di Cin. (Il Sole 24 ORE)

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati I commissari di Tirrenia in amministrazione straordinaria hanno chiesto al Tribunale di Milano di disporre in via cautelare il sequestro conservativo di 180 milioni di euro nei confronti di Onorato Armatori, la holding di Vincenzo Onorato che controlla Moby e Cin (ex Tirrenia). (ilmattino.it)

Per i commissari, infatti, "Onorato Armatori esercita attività di direzione coordinamento di Cin" e "ha condotto quest'ultima al bordo dell'insolvenza, con gravissimo pregiudizio dei suoi creditori socialì. (The MediTelegraph)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr