Ducati, le vendite volano a +24%. «Nuova sfida ai big giapponesi»

Ducati, le vendite volano a +24%. «Nuova sfida ai big giapponesi»
Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Ascolta la versione audio dell'articolo. 3' di lettura. Ducati ha chiuso il 2021 con un record di vendite, crescendo a livello globale del 24% sul 2020 (concluso a quota 48.042 pezzi prodotti e venduti) e del 12% in relazione al prepandemico esercizio 2019, quando gli esemplari furono 53.183.

Stati Uniti primo mercato. Quanto alla geografie delle vendite, Ducati mette a segno una crescita a doppia cifra su tutti i principali paesi. (Il Sole 24 ORE)

Ne parlano anche altri giornali

La pandemia tutt’ora in corso, oltre a generare tanta sofferenza, ha anche reso più complesse molte attività, costringendoci a continue riorganizzazioni interne. Stiamo investendo in un percorso di crescita estremamente ambizioso che porterà l’azienda a migliorare ancora, anche con l’ingresso in nuovi segmenti. (GPOne.com)

Guardando ai singoli mercati, gli Stati Uniti si riconfermano quello più importante con 2.472 auto consegnate (+11%). Le vendite continuano a essere trainate da Urus, che vale 5.021 unità consegnate (Il Resto del Carlino)

Nella sola Europa sono state consegnate circa 120.000 moto (+20%) e le rimanenti sono andate principalmente in Nord America, India e Australia. Le cifre preliminari del bilancio 2021 saranno comunicate l'1 febbraio, ma i primi numeri diffusi da Pierer Mobility AG (che controlla i marchi motociclistici KTM, Husqvarna e GASGAS) relativi alle vendite dell'anno appena concluso sono già tali da fissare dei nuovi record. (Moto.it)

Ducati: un 2021 da record, mai venduto così tante moto

Le cilindrate superiori ai 750 cc nel 2021 hanno rappresentano il 43% del segmento moto, ma a crescere di più sono state le 125 (+45%) e poi le moto fra i 251 e 500 cc:+41%. Ancora una volta la ripresa venne sostenuta dal segmento moto, aumentato a 62.500 immatricolazioni circa per un significativo +14,4%. (Moto.it)

Stiamo investendo in un percorso di crescita estremamente ambizioso che porterà l’azienda a migliorare ancora, anche con l’ingresso in nuovi segmenti. Claudio Domenicali, CEO Ducati: "Il 2021 è stato un anno magico per Ducati. (Motociclismo.it)

È andata bene in tutti i principali Paesi e gli Stati Uniti sono tornati ad essere il primo mercato per Ducati: 9007 unità, cioè +32% sul 2020. La pandemia tuttora in corso, oltre a generare tanta sofferenza, ha anche reso più complesse molte attività, costringendoci a continue riorganizzazioni interne. (inSella)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr