Anconetano, zona arancione: siglata ordinanza per 20 comuni. Spostamenti, attività e scuola: ecco cosa succede

Anconetano, zona arancione: siglata ordinanza per 20 comuni. Spostamenti, attività e scuola: ecco cosa succede
Centropagina INTERNO

Restano consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione non superiore a 5mila abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di Provincia.

BAR, RISTORANTI, GELATERIE E PASTICCERIE. In zona arancione bar e ristoranti potranno lavorare solo con asporto e consegna a domicilio, così come gelaterie e pasticcerie

Quelli che, da domani fino alle ore 24 di sabato 27 febbraio, entrano in zona arancione sono i comuni dove si registra il maggior incremento di contagiati, gli stessi annunciati ieri». (Centropagina)

La notizia riportata su altri giornali

- Entrano in zona arancione i comuni di Ancona, Jesi, Osimo, Senigallia, Falconara Marittima, Filottrano, Staffolo, Serra de’ Conti, Polverigi, Cupramontana, Camerata Picena, Monte San Vito, Maiolati Spontini, Chiaravalle, Ostra, Loreto, Sirolo, Sassoferrato, Castelplanio e Castelfidardo. (AnconaToday)

Il provvedimento è stato annunciato dal presidente della Regione Francesco Acquaroli al termine del vertice con l'Anci e i sindaci dei comuni dell'anconetano maggiormente colpiti dall'escalation di contagi. (Vivere Ancona)

Aumentano i ricoveri nelle Marche, compresi quelli in terapia intensiva. Si tratta di 5 uomini e 4 donne, di età compresa tra i 68 ed i 99 anni, tutte con patologie pregresse. (AnconaToday)

Zona arancione Marche: le regole per venti comuni della provincia di Ancona

Ai restanti Comuni della Provincia di Ancona si applicano invece solo i limiti agli spostamenti previsti alla lettera b. Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici Ateco 56.3 e 47.25 l'asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18,00. (Corriere Adriatico)

Ieri il sindaco di Jesi Massimo Bacci aveva deciso autonomamente di adottare la zona arancione di fronte all'aumento dei contagi, alla situazione dell'ospedale Carlo Urbani e al carico di lavoro delle Usca (Leggo.it)

Si tratta dei Comuni caratterizzati da uno scenario di elevata gravità, da un livello di rischio alto e dalla presenza di alcuni casi di variante inglese. Autocertificazione: quando serve. L’ordinanza della Regione conferma inoltre sempre l’uso dell’autocertificazione riguardo alle cause giustificative dello spostamento (Il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr