Evergrande, il secondo azionista del colosso cinese prova a vendere la sua quota del 5,6%

Il Fatto Quotidiano ECONOMIA

È stato persino evocato, secondo molti esperti in modo un po’ improvvido, lo spettro di una nuova Lehman Brothers.

Da qui, l’annuncio dell’accordo per pagare agli obbligazionisti interessi per 35,9 milioni di dollari su un bond in yuan in scadenza oggi.

Non si placa la tempesta che sta scuotendo Evergrande, lo sviluppatore immobiliare cinese che con i suoi 305 miliardi di dollari di debiti ha messo in allarme le Borse globali. (Il Fatto Quotidiano)

Su altri giornali

Evergrande ormai mette paura al Dragone tant’è che il governo cinese sta chiedendo alle amministrazioni locali di prepararsi al possibile fallimento del colosso immobiliare Evergrande, sommerso da 305 miliardi di dollari di debiti. (La Provincia Pavese)

L'altro, più rilevante, era il bond in dollari, 83,5 milioni d'interessi su un'emissione da 2 miliardi (la prossima settimana è il turno di una cedola da 47,5 milioni). Uno in yuan, su cui il gruppo immobiliare aveva promesso di onorare il debito. (Milano Finanza)

Per Evergrande sarà una "priorità assoluta" aiutare gli investitori retail a riscattare i prodotti di investimento venduti, ha detto. Ma Chinese Estates Holdings, secondo socio di Evergrande, vende le sue azioni (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr