La donna uccisa a Genova sapeva come sarebbe finita “Clara si era pagata il funerale”

La donna uccisa a Genova sapeva come sarebbe finita “Clara si era pagata il funerale”
Approfondimenti:
Leggilo.org INTERNO

Lui passava tutti i giorni”, è il racconto che Lima ha portato come testimonianza ai Carabinieri che seguono il caso.

A sua detta, l’uomo voleva anche togliersi la vita ma non ha trovato il coraggio di farlo: “Dopo ho vagato per la città fino al Galliera

Ed infatti, un dipendente della donna rivela un particolare terribile sul delitto: “Clara due settimane fa si era andata a pagare il funerale.

Emerge un retroscena terrificante dall’omicidio a Genova di Clara Ceccarelli: la donna si era già pagata il funerale. (Leggilo.org)

Su altre testate

Un presagio quasi confermato dall'ammissione di Renato Scapusi, il suo ex compagno di 59 anni, disoccupato e ludopatico. Genova, 20 febbraio 2021 - Forse Clara Ceccarelli, la commerciante uccisa ieri pomeriggio nel suo negozio di pantofole in pieno centro a Genova dal suo ex compagno, aveva avuto un presagio di quanto le sarebbe capitato. (IL GIORNO)

Clara Ceccarelli, la donna di 69 anni ammazzata dall’ex compagno sabato sera all’interno del suo negozio di pantofole in centro a Genova, aveva già provveduto a pagare il proprio funerale. Clara avrebbe agito così per non gravare sul padre anziano e sul figlio, e per via di un presentimento funesto. (Virgilio Notizie)

Lo ha detto il commesso che in modo saltuario lavorava per Clara Ceccarelli, la negoziante uccisa ieri pomeriggio in pieno centro a Genova dal suo ex compagno Renato Scapusi, 59 anni. (La Stampa)

Donna uccisa a Genova, un commesso: Clara si era già pagata il funerale

Si scoprono nuovi dettagli inquietanti dietro la morte di Clara Ceccarelli, la donna di 69 anni assassinata nel suo negozio di Genova dall'ex marito. Clara due settimane fa si era andata a pagare il funerale. (ilGiornale.it)

«Non risultano però denunce a suo carico o altri procedimenti» ha detto il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi. «Non una di meno» davanti al negozio di Clara Ceccarelli a Genova (Ansa) «Non una di meno» davanti al negozio di Clara Ceccarelli a Genova (Ansa) (Corriere della Sera)

Sono agghiaccianti le confessioni del commesso che lavorava saltuariamente nel negozio di Clara Ceccarelli, la negoziante uccisa ieri pomeriggio in pieno centro a Genova, dal suo ex compagno Renato Scapusi, 59 anni. (Quotidiano.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr