Bolle di Malto non ci sarà, rimandata al 2022

newsbiella.it ECONOMIA

“Bolle di Malto” non si ferma, ma progetta il suo rilancio per l’anno venturo quando, finalmente, speriamo di esserci lasciati alle spalle la pandemia”, dichiara Raffaele Abbattista - Presidente Associazione Inchiostro, ente organizzatore dell’evento

Bolle di Malto anche quest’anno non si terrà.

Il limite massimo a 1000 partecipanti rende “Bolle di Malto” un evento non sostenibile non solo dal punto di vista economico, ma anche di immagine e promozione per quei produttori che ogni anno, con passione, vi partecipano. (newsbiella.it)

Ne parlano anche altre testate

La birra fa dimagrire: la scoperto degli scienziati. Ora, gli scienziati hanno scoperto un altro vantaggio per la salute nella birra. Gli studi dimostrano che la bevanda può aiutare a prevenire i calcoli renali, rafforzare le ossa e aiutare il sistema digestivo. (CheNews.it)

– Di seguito una nota, giunta in redazione il 5 agosto, da Deliveroo. Le città birra Lover: San Benedetto del Tronto davanti a Terni e Trieste. Chi ama ordinare maggiormente la birra a domicilio? (Riviera Oggi)

Di questi, ben il 72% ha selezionato la meta proprio sulla base della presenza di eventi locali con degustazione di birra Il 62% degli intervistati, almeno una volta, ha infatti optato per viaggi con finalità enogastronomiche per gustare birra e cibi locali (soprattutto i giovani under 44, +69%). (Rai News)

Bonus birra artigianale: come funziona il nuovo contributo a fondo perduto. A introdurre il bonus per la birra artigianale è il decreto Sostegni bis: si tratta di una novità inserita durante il processo di conversione in legge. (Money.it)

Tra 105 birre prese in esame nello studio effettuato, sono 52 le etichette di birre di produzione locale, in prevalenza di italiane. In Egitto si attribuisce la scoperta della birra ad Osiride, protettore dei morti, legando la bevanda all’immortalità. (IL GIORNO)

All’incontro ha partecipato anche il direttore di Toscana Promozione, Francesco Tapinassi, per presentare il progetto “Vetrina Toscana” che promuove ristoranti e botteghe alimentari utilizzatori dei prodotti del territorio, nato dalla collaborazione tra Regione e Unioncamere Toscana. (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr