Voto al Senato per i 18enni: alla Camera arriva il terzo ok: 405 sì, 5 no

Voto al Senato per i 18enni: alla Camera arriva il terzo ok: 405 sì, 5 no
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Questo pomeriggio, infatti, la Camera dei deputati ha approvato per la terza volta la riforma costituzionale con la quale abbassare da 25 a 18 l’età dei votanti per eleggere i senatori, esattamente come già avviene alla Camera.

La direzione intrapresa è quella di favorire la partecipazione delle nuove generazioni alla vita politica

Con 405 voti a favore, 5 contrari e 6 astenuti, l’assemblea ha ratificato la terza e penultima lettura della riforma. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre fonti

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

Due riforme, però, per le quali non basta modificare i regolamenti parlamentari, ma serve seguire l’iter classico delle riforme istituzionali: doppia lettura in ognuna delle Camere e a maggioranza qualificata o, almeno, assoluta. (Tiscali Notizie)

All’approvazione definitiva del voto ai 18enni manca soltanto l’ultima e definitiva votazione del Senato, dato che le riforme costituzionali richiedono obbligatoriamente 4 passaggi Il terzo via libera alla Camera dei deputati conferma l’intenzione del Parlamento di abbassare l’età dell’elettorato attivo per i senatori. (Money.it)

Voto ai 18enni per il Senato, via libera della Camera: manca solo ok definitivo di Palazzo Madama

Attualmente, infatti, all'elezione dei senatori possono partecipare solo i cittadini dai 25 anni in su. Voto ai 18enni per i senatori, la riforma passa anche a Palazzo Madama. (la Repubblica)

I posti a sedere devono essere pre-assegnati e va rispettata la distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori non conviventi sia per il personale. Covid, Figliuolo: ok a seconda dose in vacanza in casi eccezionali (Sky Tg24 )

Con 405 voti a favore, 5 contrari e 6 astenuti il testo è passato alla Camera: ora dovrà essere esaminato per le quarta e definitiva lettura proprio dall'Assemblea di Palazzo Madama. "La riforma consentirà di far partecipare al voto circa 4 milioni di giovani che oggi sono esclusi dall'elezione di una delle due Camere rappresentative dei cittadini. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr