Bonus prima casa, vendita e riacquisto all’estero: i documenti da inviare

Informazione Fiscale ECONOMIA

Bonus prima casa, vendita e riacquisto all’estero: come inviare i documenti per conservare i benefici. È questa la modalità da seguire, ma anche l’invio di tutti i dettagli utili a dimostrare che si rispettano le condizioni per conservare il bonus prima casa non esclude del tutto un’azione da parte dell’Amministrazione finanziaria

Bonus prima casa, vendita prima dei 5 anni e riacquisto all’estero entro un anno: si conservano i benefici e per dimostrare il pieno rispetto dei requisiti può essere utile inviare all’Agenzia delle Entrate una serie di documenti a supporto della propria posizione. (Informazione Fiscale)

La notizia riportata su altri giornali

Il «sismabonus», infatti, non può fruire di un autonomo limite di spesa in quanto non costituisce una nuova categoria di interventi agevolabili, ma rientra fra gli interventi previsti dalla lett. (Italia Oggi)

Chi usufruisce del bonus prima casa deve impegnarsi a non vendere l’abitazione nei primi cinque anni dal rogito. Riacquisto di un nuovo immobile all’estero per non decadere dal bonus prima casa. (La Legge per Tutti)

L’agevolazione del Bonus prima casa: acquisto e decadenza. In arrivo l’agevolazione per non perdere il bonus prima casa. Nel caso non si rispettino tali evidenti condizioni, si perde l’agevolazione e si dovrà integrare l’imposta con quella ordinaria (come sopra descritto). (Proiezioni di Borsa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr