Allarme infermieri all'Aoup: "Sono 160 i contagiati"

Allarme infermieri all'Aoup: Sono 160 i contagiati
LA NAZIONE INTERNO

Nella ’Giornata nazionale dei Camici Bianchi’ gli infermieri tornano quindi a sottolineare il proprio impegno e il proprio sostegno nella battaglia per la salute di tutti i cittadini, ogni giorno dell’anno"

La situazione risulta particolarmente critica nelle Rsa, ribadisce il sindacato Nursind – "dove si registra una grave carenza di personale.

Un problema che si riscontra anche a livello nazionale per il piano vaccinale perché non ci sono abbastanza infermieri. (LA NAZIONE)

Se ne è parlato anche su altri media

Dei 4 milioni finora raccolti, oltre 2 milioni sono già stati devoluti agli infermieri contagiati (che hanno riportato importanti conseguenze) e alle famiglie dei deceduti Fortunatamente, come ha evidenziato l’Istituto superiore di Sanità, i contagi tra gli operatori sono in diminuzione anche fino al 50% dopo le vaccinazioni. (AssoCareNews.it)

Lottò per avere i Dpi, muore di Covid. Vittima di Covid-19, l’infermiere e sindacalista viene omaggiato dal segretario generale della Fials, Giuseppe Carbone, in occasione della prima Giornata nazionale dei professionisti sanitari, sociosanitari, socioassistenziali e del volontariato. (Nurse24)

Quello di Martina Papponetti, immortalata a fine turno, è uno dei volti che non dimenticheremo mai proprio per questo Sono tante le immagini che difficilmente dimenticheremo e che ci restano impresse per quanto concerne la lunga battaglia contro il Coronavirus nel nostro Paese. (Ck12 Giornale)

Martina Papponetti, l’infermiera simbolo della battaglia contro Covid-19

I tre infermieri e due operatori sociosanitari, hanno fatto sapere dal loro isolamento che ora sono pronti a sottoporsi all'iniezione. Dopotutto la posizione dell'Usl è sempre stata netta: «Chi rifiuta il vaccino senza un valido motivo verrà segnalato all'Ordine» (Il Gazzettino)

21 febbraio 2020. Positivi al test, erano inizialmente un’anestesista ed un medico internista, non risultavano ancora esserci infermieri tra i positivi, che rimanevano in quarantena (InfermieristicaMente)

Sono i dati forniti dalla Federazione nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche che nelle prossime ore invierà una lettera per attestare e ringraziare tutti dell'impegno profuso e chiederà a tutti gli infermieri "di osservare un minuto di silenzio a inizio turno per onorare i colleghi deceduti e comunque per rendere testimonianza, nel rispetto delle norme anti Covid, del valore della giornata". (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr