Cina. Cinque giorni per vaccinare un'intera città. Il governo di Pechino si dimostra il più efficiente nella lotta al Covid

Cina. Cinque giorni per vaccinare un'intera città. Il governo di Pechino si dimostra il più efficiente nella lotta al Covid
Altri dettagli:
Farodiroma ESTERI

Questa è la prima volta che la Cina vaccina un’intera città in risposta a un nuovo focolaio, ed è una mossa che arriva poco dopo l’annuncio del Governo di aver accelerato la campagna di vaccinazione a livello nazionale.

E sono stati rafforzati i controlli al confine con il Myanmar, per cercare di fermare chiunque provi ad attraversare illegalmente la frontiera.

Come riporta l’agenzia AP, le immagini fornite dall’emittente statale CCTV mostrano le persone in fila per farsi vaccinare a Ruili, nella provincia dello Yunnan, dove da martedì sono stati confermati 18 casi di Covid-19. (Farodiroma)

Ne parlano anche altri media

Abbiamo volutamente usato InsideOver. Abbiamo volutamente usato InsideOver (Zazoom Blog)

Vengono chiamate a vaccinarsi le persone comprese tra i 18 e i 59 anni: dal momento che il contenimento sta funzionando, le categorie produttive vengono prima di quelle fragili. L'obiettivo di Pechino, comunque, è quello di arrivare a immunizzare il 40% della popolazione entro giugno: si tratta di circa 560 milioni di persone. (Fanpage.it)

Stando a quanto riportato dai media cinesi, il virus potrebbe essere stato importato dal Myanmar tramite persone o merci. A Ruili, centro di circa 200 mila abitanti, Cina meridionale, è scattato il lockdown di almeno una settimana dopo un “picco” di contagi da Covid-19. (Inside Over)

Vaccino Covid, la scelta della Cina: priorità agli under 60, le restrizioni hanno già protetto gli anziani

Contagi locali e mini focolai: cosa sta succedendo in Cina (Di sabato 3 aprile 2021) A pochi passi dal poroso confine con il Myanmar, in mezzo al polmone verde del sud-est asiatico, c’è una città cinese che ha richiamato l’attenzione delle autorità. (Zazoom Blog)

Nel frattempo, mentre si procede con la vaccinazione di massa, le strade sono vuote: i funzionari hanno ordinato a tutti di stare a casa in lockdown e hanno ordinato la chiusura delle attività commerciali, escluse quelle essenziali come i supermercati e le farmacie. (Ticinonline)

E così, in questi giorni, si segnalano casi di pressioni un po’ dappertutto nella grande Cina affinché la gente si vaccini. Il 23 marzo, il vaccino cinese prodotto da CanSino ha ottenuto l’approvazione ufficiale d’emergenza in Ungheria. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr