Maurizio Sarri e la Juventus: il retroscena di Gianluigi Buffon

Maurizio Sarri e la Juventus: il retroscena di Gianluigi Buffon
Virgilio Sport SPORT

Poi, sull’incubo della mancata qualificazione al Mondiale 2018: “La partita contro la Svezia fu l’anticamera di una spedizione che sarebbe stata non vincente.

Gianluigi Buffon, il retroscena su Maurizio Sarri. Il resto della chiacchierata con Piero Chiambretti è stata arricchita da retroscena interessanti, dal motivo della scelta di tornare alla Juventus nel 2019 dopo la stagione al Paris Saint-Germain fino al difficile ambientamento di Maurizio Sarri nel pianeta Juventus. (Virgilio Sport)

Ne parlano anche altri giornali

Nel 2018, però, è stato anche vicino al ritiro: “A febbraio di quell’anno pensavo di smettere perché ero convinto di fare il Mondiale e chiudere un cerchio. In chiusura, un pensiero sulle possibilità di successo in Champions dei bianconeri: “La Juve nelle difficoltà si esalta e piazza dei colpi di reni che le fanno fare cose impensabili. (Quotidiano.net)

Mi chiedono di riportarli in Serie A, sono cose gratificanti, è quello che volevo, gioco per passione anche se può capitare di prendere quattro gol in un tempo” (TUTTO mercato WEB)

Buffon sulla Juventus: «Quando sembra in difficoltà poi sorprende, la vedo protagonista, anche in Champions». Da vent’anni e anche in una stagione così dice: «Vedo la Juve sempre protagonista in ogni competizione, poi vincere la Champions in questi anni, contro determinate squadre, è sempre complicato». (JuveLive)

"Attrito, dopo un mese era già avvilito". Buffon svela il retroscena sulla Juve

Nel 2006, da miglior portiere al mondo, sono andato in Serie B con la Juve e nessuno nelle mie condizioni l’avrebbe fatto. Dopo un mese, si è accorto che il tipo di lavoro che era abituato a fare avrebbe dovuto rivederlo e avrebbe dovuto cercare di mediare. (Corriere della Sera)

Quella cosa è stata avvilente». E Allegri ha fatto bene a tornare perché si vede che è convinto di fare bene ed è convinto di poter incidere» (Juventus News 24)

Buffon ha poi precisato: "Non è vero che sono tornato alla Juventus per dare una mano a Sarri. Dopo un mese, si è accorto che il tipo di lavoro che era abituato a fare avrebbe dovuto rivederlo e avrebbe dovuto cercare di mediare. (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr