Mihajlovic e la malattia: «Ero più morto che vivo»

Mihajlovic e la malattia: «Ero più morto che vivo»
Calcio News 24 SPORT

Se mi fosse successo vent’anni fa io oggi vi avreste visto dall’alto… Dall’Inferno, non credo dal Paradiso»

Le malattie si possono combattere in molti modi, l’importante è non perdere mai la voglia di vivere.

Vedi un uomo che non ha vergogna di mostrarsi come è.

«Ero più morto che vivo, però avevo fatto una promessa e l’ho mantenuta.

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, ha ripercorso i momenti della malattia durante la trasmissione tv I Soliti Ignoti. (Calcio News 24)

Su altre testate

Scelte pressoché obbligate a centrocampo, dove mancano Schouten per squalifica e Dominguez e Medel per infortunio: spazio a Svanberg e Poli, favorito su Baldursson. (Viola News)

Rossoblu che devono fare i conti con tante assenze ma torna una pedina importante in difesa. Ma in difesa il Bologna recupera una pedina importante: “Tomiyasu recuperato? (Fiorentina.it)

Mihajlovic, siparietto ai Soliti Ignoti: “Tifi Roma? Nessuno è perfetto…”

Nel corso della puntata, il conduttore ha chiesto ad uno degli ignoti quale fosse la sua fede calcistica e alla risposta “Roma“, il mister rossoblu ha risposto: “Vabbè, nessuno è perfetto dai”. Il tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic ed ex calciatore giallorosso ha partecipato come concorrente nel noto gioco condotto da Amadeus. (Giallorossi.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr