IMU 2021: ravvedimento operoso e sanzioni per chi paga in ritardo

IMU 2021: ravvedimento operoso e sanzioni per chi paga in ritardo
Informazione Fiscale ECONOMIA

Il punto sulle regole per chi paga in ritardo, con un focus sulle sanzioni IMU e sul ravvedimento operoso.

Per i contribuenti che tuttavia intendono regolarizzare la propria situazione, nonostante non abbiano rispettato le scadenze, è previsto l’istituto del ravvedimento operoso

sanzioni e ravvedimento operoso per chi paga in ritardo.

per chi paga oltre la scadenza del 16 giugno 2021, termine per il versamento dell'acconto, sono previste sanzioni e ravvedimento operoso: si può usufruire della riduzione automatica della sanzione applicata. (Informazione Fiscale)

La notizia riportata su altri media

LEGGI ANCHE > > > Dalle bollette ai prestiti, attenti alla batosta: prezzi in preoccupante aumento. Imu, pagamenti entro il 16 giugno: chi è esente. Come già detto, manca poco alla scadenza del pagamento della prima rata Imu 2021. (ContoCorrenteOnline.it)

Ecco chi deve pagare l'Imu e come si calcola la somma da versare. I contribuenti dovranno versare la prima rata, che ammonta al 50% del totale, mentre la seconda rata, il cosiddetto saldo, dovrà essere corrisposta all'Agenzia delle Entrate entro il 16 dicembre 2021. (Sky Tg24 )

Il 16 giugno scade il termine per il versamento della prima rata dell’IMU, ma la legge di bilancio 2021 e il decreto sostegni stabilisce l'esenzione di alcuni soggetti. Ecco le categorie che non dovranno pagare la prima rata dell’imposta municipale (Yahoo Finanza)

Imu, al vaglio una nuova esenzione: chi ne beneficerà

Acconto probabile una nuova esenzione. Ben presto una nuova categoria di contribuenti potrebbe beneficiare dell’esenzione dal pagamento della prima rata Imu per il 2021, che ricordiamo scadrà il prossimo 16 giugno. (I-Dome.com)

Esenzione Imu 2021: chi non paga. L’emergenza Covid in Italia ha colpito diversi settori, alcuni più di altri. editato in: da. Un nuovo emendamento al decreto Sostegni bis potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata di acconto nel 2021, entro il 16 giugno. (QuiFinanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr