La coscienza sporca del Pd: ora le regionali fanno paura

La coscienza sporca del Pd: ora le regionali fanno paura
Orticalab Orticalab (Esteri)

Poi è arrivata la pandemia, De Luca ha iniziato il suo show, è cominciata la risalita nei sondaggi, il fuoco amico è svanito e quel silenzio meschino si è trasformato in un silenzio assenso.

Come quelle pronunziate dal Segretario nazionale del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, sabato scorso a Roma a margine della Conferenza delle donne democratiche.

Ne parlano anche altri media

Toc toc: Zingaretti ma chi ti crede? 03:30 Per Repubblica ci sarebbe un’intesa tra Pd e Movimento 5 Stelle nel prorogare la cassa integrazione tutto l’anno e anche il blocco dei licenziamenti. (Nicola Porro)

Caro Nicola, sarebbe utile discutere nel merito, anche su Mes. Prima: perché nessun altro Stato accorre a ritirare il ‘regalo’ offerto dal Mes? (L'HuffPost)

Al contrario, invece, il Partito Democratico di Nicola Zingaretti spinge sull’acceleratore, correndo a braccia aperte incontro al Mes e agli aiuti europei. Una prospettiva che fa traballare ulteriormente la maggioranza e spaventa non poco l’inquilino di Palazzo Chigi. (ilGiornale.it)

L’Italia non ha ancora deciso se utilizzare o meno gli aiuti europei. Angela Merkel, in una intervista alla Süddeutsche Zeitung ha affermato che la decisione di utilizzare il Meccanismo europeo di stabilità — Mes — è e resta «italiana»: «Ma non lo abbiamo attivato perché rimanga inutilizzato». (Corriere della Sera)

Cosa chiederebbe, Berlusconi, in cambio dei voti sul Mes, di cui dice, pensandolo sinceramente, che “all’Italia serve”? Ben lontana dai 160, la maggioranza di governo, al Senato, si ‘regge’ su apporti esterni ma che, di questi tempi, valgono come l’oro. (Tiscali.it)

recuperali. Registrati. Accedi tramite la tua email: Per favore, correggere i seguenti errori di input: dummy Email * Password * Ricordami Entra Non ricordi la tua login e/o la password? (Il Manifesto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr