Omicidio Vannini, il padre: “Credo che i giudici abbiano ben chiaro in testa quello che è successo”

Omicidio Vannini, il padre: “Credo che i giudici abbiano ben chiaro in testa quello che è successo”
LaPresse INTERNO

“Loro sperano di incidere sulla decisione della Corte, ma credo che i giudici hanno ben chiaro in testa quello che è successo.

Lo ha dichiarato Valerio Vannini, padre di Marco, fuori dalla Corte di Cassazione dove è attesa la sentenza definitiva per la famiglia Ciontoli.

Dovevano parlare sei anni fa dentro le aule di tribunale e forse usciva la verità”, ha aggiunto il padre della vittima

Omicidio Vannini, padre: I giudici hanno chiaro ciò che è successo. (LaPresse)

Ne parlano anche altre testate

Share Pin 203 Condivisioni. Vannini, attesa per oggi la sentenza della Cassazione. Oggi la Cassazione potrebbe mettere la parola fine sul caso Vannini al termine di una lunga vicenda giudiziaria. Sono due le possibilità in campo: la Suprema Corte può decidere di confermare la sentenza per omicidio volontario o rinviare ad un appello Ter (BaraondaNews)

Le investigazioni hanno consentito di scoprire che i pubblici ufficiali rilasciavano le autorizzazioni alle ditte di trasporti senza far loro pagare gli importi dovuti allo Stato, in cambio di sostanziose “mazzette” che però, essendo di importo pari a circa la metà degli oneri dovuti, consentivano ai privati trasportatori un evidente vantaggio economico Gli arrestati sono accusati di corruzione, falso e truffa ai danni dello Stato. (LaPresse)

Questo è il passaggio dell'ordinanza che la Cassazione ha annullato in attesa che vengano depositate le motivazioni. L'aggravante della truffa dell'operazione Scarabeo, condotta lo scorso ottobre dai carabinieri del Comando Provinciale di Latina, è stata annullata dai giudici della seconda sezione della Corte di Cassazione. (latinaoggi.eu)

Mafia, droga estorsioni e truffe ai danni dell’Inps: 40 arresti

Così invece Roberto Alessi, direttore Novella 2000 a Storie Italiane: “Accetto le scuse, una lettera molto calibrata, non d’impeto e di getto, una lettera che non ha scritto da solo. E’ attesa oggi la sentenza in Cassazione in merito al processo d’Appello Bis riguardante la morte di Marco Vannini. (Il Sussidiario.net)

Tutti erano consapevoli che Marco stesse molto male e tutti assunsero condotte omissive, reticenti e mendaci”. Così la pg Olga Mignolo durante la requisitoria, in Cassazione, nel processo per la morte di Marco Vannini che vede imputati Antonio Ciontoli, la moglie Maria Pezzillo e i figli Federico e Martina. (LaPresse)

(LaPresse) – Nelle provincie di Catania, Siracusa, Cosenza e Bologna, i Carabinieri del Comando Provinciale di Catania stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale etneo nei confronti di 40 persone indagate, a vario titolo, per associazione per delinquere di tipo mafioso, traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni e associazione per delinquere finalizzata alla commissione di falsi e truffe ai danni dell’Inps (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr