Medvedev durissimo: “Draghi tecnocrate di basso livello, non è Berlusconi”

Approfondimenti:
Il Primato Nazionale INTERNO

Secondo Medvedev i leader europei del recente passato “non sono mai stati russofobi”, ma a ben vedere sono stati sostituiti da “persone deboli” che “convenzionalmente si definiscono tecnocrati.

La “degenerazione” della politica europea, secondo Medvedev. La “nuova generazione” di politici europei è decisamente “lontana” da quella di qualche decennio fa.

Medvedev stronca Draghi, esalta Berlusconi e lancia frecciate a tutti i leader europei. (Il Primato Nazionale)

Ne parlano anche altre fonti

A detta di Medvedev, gli attuali leader europei non pensano al futuro dei cittadini e dei popoli che rappresentano: “Sono limitati solo dai loro flaccidi obiettivi elettorali“. Se paragonata alle altre recenti affermazioni di Medvedev, quest’ultima considerazione sui leader europei risulta essere più morbida ma comunque pungente (InsideOver)

Attivi anche gli ucraini, che con le forze del reggimento Azov nell'oblast di Zaporizhzhia, nell'Ucraina meridionale, hanno catturato due militari russi. Ieri su twitter il ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov ha annunciato l'arrivo dei lanciarazzi Usa Himars. (ilGiornale.it)

Il vice presidente del Consiglio di sicurezza della Federazione russa torna a scagliarsi contro l'Europa su telegram. La 'nuova generazione' di politici europei, secondo l'ex presidente russo, è "lontana" da quella di alcuni decenni fa. (Adnkronos)

Draghi arriva a Bruxelles per il vertice. Medvedev: "I leader Ue sono caduti in basso: Draghi non è Berluscon…

Parola del vice presidente del Consiglio di sicurezza della Federazione russa, Dmitri Medvedev, che in un nuovo messaggio su Telegram torna a scagliarsi contro l’Europa. La ‘nuova generazione’ di politici europei, secondo l’ex presidente russo, è “lontana” da quella di alcuni decenni fa (CremonaOggi)

«Anche i leader Usa non brillano». Per Medvedev, infatti, «un vero politico non ha paura di prendere decisioni». Invece, secondo l’ex presidente russo, l’attuale generazione di politici europei è diversa da quella di un tempo (Secolo d'Italia)

Il presidente del consiglio Mario Draghi è arrivato a Bruxelles dove si terrà il vertice del Consiglio europeo. Parlando del vertice Nato, l'alto funzionario ha sottolineato che in quell'occasione sono attesi "nuovi grandi contributi" anche dagli alleati dell'Alleanza. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr