D'Amato: "Nel Lazio si procede nonostante AstraZeneca. Oggi superate 1 milione e 200mila somministrazioni"

D'Amato: Nel Lazio si procede nonostante AstraZeneca. Oggi superate 1 milione e 200mila somministrazioni
L'HuffPost ECONOMIA

E oggi abbiamo superato abbondantemente il milione e 200mila somministrazioni”.

“Nel Lazio la campagna vaccinale procede regolarmente, nonostante le forti turbolenze relative alle decisioni sul vaccino AstraZeneca.

La rimodulazione della campagna vaccinale, con la somministrazione del vaccino AstraZeneca agli over 60, impatterà dunque poco sulla tabella di marcia della Regione Lazio.

Il problema, semmai, arriverà a maggio quando, secondo il calendario del Lazio, la Regione dovrebbe iniziare a vaccinare gli under 50

Lo riferisce l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. (L'HuffPost)

Su altri giornali

Questo significa che ogni giorno sono state somministrate oltre 6mila dosi a persone con età compresa tra 70 e 79 anni. Secondo i dati del governo, il Lazio è attualmente la regione italiana che ha vaccinato più cittadini con età compresa tra i 70 e 79 anni. (Fanpage.it)

Chi ha meno di 60 anni, dovrebbe cambiare il tipo di farmaco. 8 Aprile 2021. di Lorenzo De Cicco. (Lettura 3 minuti). 219. 219. . Dosi Pfizer ai vigili urbani, agli agenti delle forze dell'ordine e ai prof under 60 ancora da vaccinare. (ilmessaggero.it)

La maggior parte dei casi si è verificata nelle donne sotto i 60 anni di età ed entro due settimane dalla vaccinazione. In totale, riassumendo, circa 300mila cittadini del Lazio hanno già ricevuto la prima dose del vaccino Astrazeneca (Fanpage.it)

Johnson & Johnson, prime dosi ai detenuti e alla penitenziaria

Finora il Lazio ha utilizzato questo vaccino per gli insegnanti e gli operatori scolastici, per una piccola parte del personale sanitario e per le forze dell'ordine. Ricordiamo che nel Lazio i centri vaccinali utilizzano ciascuno un solo vaccino (i grandi hub, come ad esempio la Nuvola, il centro della Stazione Termini e quello di Fiumicino, utilizzano solo AstraZeneca). (Fanpage.it)

Lo spiega l’assessore D’Amato, che ha aggiunto: “Già 33mila prenotazioni dai 62enni il primo giorno”. «Vaccini Johnson & Johnson, prime dosi ai detenuti. L’assessore D’Amato ha scelto di somministrare il vaccino Johnson & Johnson, che ha l’importante caratteristica di essere monodose (TerzoBinario.it)

L'arrivo del vaccino Johnson&Johnson è previsto per la metà di aprile, in quantità limitate che poi saranno incrementate tra maggio e giugno. Secondo le prime indicazioni fornite dalla Regione Lazio, le farmacie inizierebbero la somministrazione del Johnson&Johnson per i cittadini di età compresa tra i 55 e i 60 anni. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr