Ebola in RD Congo, i cittadini non ci credono e rifiutano le misure sanitarie: “Si teme un’epidemia”

Ebola in RD Congo, i cittadini non ci credono e rifiutano le misure sanitarie: “Si teme un’epidemia”
Fanpage.it SALUTE

Altri due pazienti sono morti il 3 e il 10 febbraio

Continuiamo a prenderci cura di due pazienti in cura presso il CTE (Centro di cura Ebola) a Katwa", ha detto il dottor Eugène Syalita, ministro provinciale della salute per il Nord Kivu.

Dalla ricomparsa dell'epidemia il 7 febbraio "abbiamo già registrato sei casi di Ebola.

Quattro persone sono morte a causa del virus Ebola dalla sua recrudescenza nell'est della Repubblica Democratica del Congo (Fanpage.it)

La notizia riportata su altre testate

Luca Attanasio ha perso la vita durante un attacco al convoglio su cui viaggiava, morto anche il carabiniere Vittorio Iacovacci. (LaPresse) L’ambasciatore italiano a Kinshasa, Luca Attanasio, e il carabiniere che lo accompagnava, Vittorio Iacovacci, sono morti tra Goma e Bukavu, nella Repubblica Democratica del Congo, nel corso di un attacco ai danni del loro convoglio della missione Onu su cui viaggiavano. (LaPresse)

L’ambasciatore Attanasio, morto questa mattina insieme al carabiniere Iacovacci – a quanto si apprende – si trovava sul luogo dove è avvenuto l’attacco su invito del Programma alimentare mondiale (LaPresse) – A quanto si apprende, la Farnesina ha chiesto all’Onu di fornire quanto prima un report dettagliato sull’attacco al convoglio di oggi in Congo (LaPresse)

Le nostre condoglianze alle famiglie e ai colleghi delle persone tragicamente uccise e la nostra solidarietà al ministro Luigi Di Maio, al ministero degli Esteri e al direttore del WFP David Beasley”. Milano, 22 feb. (LaPresse)

Congo, i caschi blu dell’Onu sulla scena del crimine dove è stato ucciso l’ambasciatore italiano

“Un convoglio del World Food Programme è stato vittima di un attacco armato da parte di membri delle Forze Democratiche per la Liberazione del Ruanda”, si legge in un comunicato stampa del vice primo ministro dell’Interno e della Sicurezza della Repubblica Democratica del Congo, citato da media locali (LaPresse) – Le autorità di Kinshasa considerano i ribelli delle Forze Democratiche per la Liberazione del Ruanda (Fdlr) i responsabili dell’attentato che è costato la vita all’ambasciatore italiano Luca Attanasio nella Repubblica Democratica del Congo. (LaPresse)

È quanto sostiene il governo di Kinshasa in una nota – citata da Cas-Info – della commissione di crisi indirizzata al ministro dell’Interno incaricato degli affari interni, sicurezza e consuetudine della Repubblica Democratica del Congo (LaPresse)

Roma, 22 feb. Lo dice a LaPresse l’ex ministra per l’Integrazione del governo Letta, Cecile Kyenge, in merito alla morte in Congo dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr