No Green Pass, continuano le proteste al Porto di Trieste: in servizio persone senza il pass verde

Notizie.it INTERNO

Il Comitato dei lavoratori portuali di Trieste ha denunciato che diverse aziende starebbero violando la normativa dell'obbligo del Green Pass a lavoro.

Prosegue il presidio dei No Green Pass al porto di Trieste. Inoltre, dopo ben 24 ore, la protesta contro il Green Pass dei portuali di Trieste sta andando avanti, presidiando il varco 4 dello scalo.

Stefano Puzzer, colui che è alla guida dell’iniziativa e portavoce del Coordinamento lavoratori portuali Trieste, ha detto che:. (Notizie.it )

Su altri giornali

Userò il mio tempo per raccogliere tutte le denunce quando i lavoratori verranno chiamati a lavorare senza Green pass come oggi» Così il Coordinamento dei lavoratori portuali di Trieste commenta le agitazioni di questi giorni contro l’obbligo di Green pass, e annuncia che la protesta è sospesa. (Open)

Userò il mio tempo per raccogliere tutte le denunce quando i lavoratori verranno chiamati a lavorare senza green pass come oggi". Il secondo giorno di manifestazione contro l'obbligo di green pass leggi anche Green pass: un migliaio davanti al Varco 4 a Trieste Al porto di Trieste si protesta dal 15 ottobre, giorno in cui è entrato in vigore l'obbligo di green pass per i lavoratori. (Sky Tg24 )

E’ la scena che si è vista davanti al varco 4 di Trieste, cuore dello sciopero no green pass Userò il mio tempo per raccogliere tutte le denunce quando i lavoratori verranno chiamati a lavorare senza green pass come oggi”. (Nordest24.it)

L'ultima notte di protesta a Trieste. Prosegue anche questa sera, nonostante gran parte dei manifestanti si sia allontanata dopo le dichiarazioni del leader del Coordinamento del lavoratori portuali di Trieste, Stefano Puzzer, il presidio No Green pass davanti al varco 4 del Porto di Trieste APPROFONDIMENTI VIDEO Green pass: secondo giorno di protesta nel porto di Trieste, ma. (ilgazzettino.it)

Oggi abbiamo scoperto e denunciato che le aziende sono state costrette, per far fronte allo sciopero, a far lavorare lavoratori senza Green Pass, violando il decreto governativo. Questa prima battaglia l'abbiamo vinta, dimostrando la forza e la determinazione dei lavoratori portuali e di tutti coloro che li hanno affiancati e sostenuti nella difesa della democrazia e della libertà individuale. (Telefriuli)

Una resa camuffata, parodossalmente, come una sorta di successo. Una vittoria del Governo, una delusione netta per i tanti che avevano guardato a Trieste come 'resistenza civile' al passaporto sanitario per poter lavorare (La Pressa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr