Telecom, i sindacati: sui telefoni il nostro Paese ha già dato

Telecom, i sindacati: sui telefoni il nostro Paese ha già dato
Altri dettagli:
LA NOTIZIA ECONOMIA

Sulla proposta per Tim non bisogna commettere gli stessi errori fatti con la privatizzazione di Telecom, che portò ad una dispersione delle competenze che oggi ci servono, ha detto il numero uno della confederazione che casualmente ha la sua sede generale a pochi passi dal quartier generale della Telecom a Roma.

La storia della Telecom resterà per sempre legata alla sua privatizzazione interamente “a debito”, che ha lasciato un fardello finanziario spaventoso, ridotto significativamente dall’attuale management guidato dall’Ad Luigi Gubitosi (oggi siamo intorno ai 30 miliardi), in un contesto di mercato però difficilissimo, con i margini del settore mai tanto bassi

Per il segretario Cgil “il Governo deve dare indirizzi e condizioni, non lasciare fare al mercato, su un settore strategico come quello delle telecomunicazioni dove il nostro Paese è indietro”, ha continuato Landini a margine di un incontro con i lavoratori Iren di Torino. (LA NOTIZIA)

Ne parlano anche altri media

Queste due notizie dovrebbero spiegare perché il giorno prima, sulla base di queste indiscrezioni, qualcuno si è precipitato a comprare azioni Tim facendo salire il prezzo? Peraltro già ieri le azioni Tim hanno messo la retromarcia, perdendo oltre il 4 per cento, il che significa che anche il mitico mercato sente puzza di fiction. (Domani)

Il riferimento è all’offerta non vincolante sul 100% della società presentata nello scorso fine settimana dal fondo statunitense Kkr disposto a pagare 0,5 euro ad azione. Titolo Tim in calo del 4,7% a 0,43 euro dopo che il socio di maggioranza Vivendi ha comunicato di non avere intenzione di vendere la sua quota del 24%. (Il Fatto Quotidiano)

Saltiamo i discorsi sui massimi sistemi e sulla storia di Telecom, dalla privatizzazione di Prodi (e Guido Rossi) del 1997, e veniamo all’unica domanda che interessa noi con la tessera vitalizia del parco buoi: le azioni di Tim sono da comprare anche anche adesso? ‘Manifestazione di interesse’ è diverso da Opa, quindi KKR non si è impegnata a fare niente ed anzi ha detto che senza l’ok di Draghi non procederà. (Indiscreto)

Tim, Kkr e le mosse di Vivendi per sedersi al tavolo: ma per la rete l’orizzonte è lo Stato

I piccoli azionisti di TIM: “L’offerta KKR è troppo bassa”. Azioni di TIM in volata in Borsa volano a +30% ieri, rafforzando così l’idea che l’offerta di KKR sia apprezzata dal mercato, offerta che di fatto fissa il valore dell’azienda di Corso d’Italia a circa 11 miliardi di euro. (Finanzaonline.com)

Intesa Sanpaolo buy con un target price a 0,47 euro e Banca Akros buy con un target price a 0,51 euro), valore che però non tiene conto di eventuali premi di maggioranza. Continua l'ascesa del titolo Tim a Piazza Affari, in rialzo dell'1,84% a 0,4596 euro l'ordinaria e dell'1,61% a 0,4613 euro la risparmio. (Milano Finanza)

Si sta parlando anche di sicurezza nazionale (dentro Tim c’è Sparkle, quinta rete Internet al mondo) Ma il fatto che anche l’Eliseo sarebbe stato informalmente messo a conoscenza dell’operazione di Kkr, potrebbe preludere all’analoga neutralità del governo italiano. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr