Joe Biden è impaziente: vuole salvare il diritto di voto. Ma è un po' in ritardo

Joe Biden è impaziente: vuole salvare il diritto di voto. Ma è un po' in ritardo
Altri dettagli:
TGcomnews24 ESTERI

“Non starò più zitto”, ha detto Biden mentre accarezzava il podio.

Ma è un po’ in ritardo. Il presidente Joe Biden alla Casa Bianca prima di partire per Atlanta, dove martedì ha pronunciato un feroce discorso.

Joe Biden è impaziente: vuole salvare il diritto di voto.

“Difenderò il tuo diritto di voto e la nostra democrazia”, ​​ha detto Biden

“Vogliamo che il popolo governi”, ha detto Biden durante un discorso martedì ad Atlanta. (TGcomnews24)

Su altre fonti

La battaglia per la democrazia e per il futuro dell'America non è finita e io fermerò il grave attacco sferrato contro il diritto di voto in America". Intanto, mentre Donald Trump definisce l'amministrazione Biden “imbarazzante”, il Wall Street Journal rilancia la candidatura di Hillary Clinton per il 2024. (Sky Tg24 )

Joe Biden torna a cavalcare uno dei suoi cavalli di battaglia ergendosi a protettore del più importante dei diritti costituzionali per tentare di fermare l'emorragia di consensi in vista delle elezioni di Midterm di novembre. (ilGiornale.it)

Per contrastarli i democratici vogliono adottare due atti legislativi che armonizzino le condizioni per l'esercizio del diritto di voto negli Stati Uniti. Uno di questi mira a vanificare gli sforzi dei singoli Stati di limitare alle minoranze la possibilità di andare alle urne (RSI.ch Informazione)

I democratici hanno in programma di accelerare il disegno di legge sui diritti di voto, accelerare un confronto

«Votare non può essere un problema per così tante persone. «Il futuro dell’America non è al sicuro, la battaglia per la democrazia e per l’anima dell’America non è finita. (Corriere del Ticino)

"Non sono sicuro", ha detto, tornando dal Capitol, dove aveva incontrato i senatori dem proprio per convincerli a modificare le norme sul 'filibustering', che finora hanno consentito al Grand Old Party di bloccare la riforma elettorale (RagusaNews)

“Dodici mesi fa questo presidente ha detto che il dissenso non dovrebbe portare alla secessione”, ha detto. Molti democratici chiedono al partito di utilizzare la sua maggioranza per imporre un cambio di regola e ridurre quel limite a una maggioranza semplice. (Cuore Blucerchiato)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr