Vaccini, arrivano 55 milioni di dosi tra Pfizer e Moderna: quante ne serviranno per i richiami? E a chi andranno?

La Stampa SALUTE

Quasi 26 milioni di italiani che devono ancora avere la prima dose di vaccino e altri 13,6 che devono fare il richiamo, 900mila dei quali hanno avuto la prima dose con Astrazeneca e ora faranno la seconda con Pfizer e Moderna.

Dopo la circolare del ministero della Salute che dà indicazioni perentorie sull'utilizzo del siero dell'azienda anglo-svedese solo sugli over 60, rischia di rallentare la campagna di vaccinazione di massa, con il conseguente slittamento dell'immunità di gregge prevista dal commissario per l'emergenza Francesco Figliuolo proprio a fine settembre. (La Stampa)

Ne parlano anche altre fonti

La pensa così anche il consulente della Regione per il Covid-19, Pietro Presti, che ha le idee molto chiare su come vaccinare gli over 60 ancora in attesa di immunizzazione e tra le fasce dei popolazione più diffidenti (Corriere della Sera)

Per recuperare visite e interventi cancellati dalla pandemia serve l’immunità di gregge, "vero punto di svolta per lasciarsi l’incubo alle spalle" Ed è così che sono scattati i messaggini per disdire il richiamo. (IL GIORNO)

«Siamo pronti ad attuare immediatamente le disposizioni del Commissario Figliuolo su Astrazeneca.Sono circa 37mila le seconde dosi di Astrazeneca programmate per le prossime settimane per cittadini under 60: a loro verrà somministrato Pfizer o Moderna, secondo le indicazioni nazionali. (MolfettaViva)

fino a nuova e diversa disposizione Ministeriale, si dispone che tutte le Aziende, gli Enti ed i soggetti coinvolti nella campagna vaccinale anti-SARS-CoV-2/COVID-19 siano tenuti, per assicurare il corretto proseguimento della campagna vaccinale, a modificarla come di seguito:. (Corriere Salentino)

In sintesi, "abbiamo un messaggio molto chiaro sul vaccino Astrazeneca: evitare l'utilizzo sotto i 60 anni, vale sia per la prima che per la seconda dose. "Il ministro Speranza ha chiarito, ha fatto le sue dichiarazioni, ha specificato come comportarsi con i vaccini Astrazeneca e le seconde dosi, la situazione è chiara" (Today.it)

Restano invece invariate le date delle seconde dosi per i soggetti con età inferiore ai 60 anni ai quali sarà somministrato vaccino Pfizer o Moderna. Mercoledì 16 giugno possono anticipare la seconda dose i cittadini con prima dose effettuate il 16 aprile (AltamuraLive)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr