Una singola dose dei vaccini di Pfizer e Astrazeneca riduce del 65% i contagi

Una singola dose dei vaccini di Pfizer e Astrazeneca riduce del 65% i contagi
Scienze Fanpage ECONOMIA

La somministrazione della seconda dose ha ulteriormente potenziato la protezione, determinando una riduzione del 90% delle infezioni sintomatiche del 90% e del 70% delle infezioni asintomatiche.

I nostri risultati evidenziano l'importanza che le persone ricevano la seconda dose di vaccino per una maggiore protezione”

La protezione da nuove infezioni ottenuta da una singola dose supporta la scelta di estendere l’intervallo di tempo tra la prima e la seconda dose a 12 settimane per massimizzare la copertura vaccinale inziale e ridurre ricoveri e decessi”. (Scienze Fanpage)

La notizia riportata su altri giornali

Arrossamento nel sito di iniezione e nausea si sono verificati in meno di 1 persona su 10. Quali sono gli effetti collaterali dei vaccini a mRna (Pfizer e Moderna) e a vettore virale (AstraZeneca e Johnson & Johnson). (Messina)

I vaccini Pfizer e Astrazeneca si sono dimostrati più efficaci contro le infezioni sintomatiche (-72%) rispetto a quelle asintomatiche (-57%) Riducendo i tassi di infezione, i vaccini non solo prevengono ricoveri e decessi, ma evitano la recrudescenza dannosa della malattia. (TerzoBinario.it)

Quali reazioni avverse sono state osservate durante la campagna vaccinale in corso con i vaccini a mRNA? Il monitoraggio delle reazioni avverse viene descritto nei rapporti mensili di sorveglianza disponibili qui (Messina)

Covid-19, Ue: accordo con Pfizer-Biontech per 1,8 miliardi di dosi di vaccino

(Inghilterra) - La prima dose dei vaccini Pfizer ed AstraZenenca riduce di 2/3 le possibilità di contrarre nuovamente il coronavirus. A decretare questo risultato è stato uno studio dell'università di Oxford che, in collaborazione con l'Office for National Statistics, ha analizzato i risultati dei test di oltre 350.000 persone tra i mesi di dicembre e aprile nel Regno Unito. (Corriere dello Sport.it)

"L'Unione europea lavora per un nuovo contratto con Pfizer-Biontech per 1,8 miliardi di dosi per il 2021-2023 del vaccino covid-19". La lotta alla pandemia Covid-19, Ue: accordo con Pfizer-Biontech per 1,8 miliardi di dosi di vaccino Von der Leyen: "Lavoriamo a un nuovo contratto" di fornitura "per il 2021-2023". (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr