Wizz Air riaccende la diatriba con i vettori legacy sull'utilizzo degli slot aeroportuali

Wizz Air riaccende la diatriba con i vettori legacy sull'utilizzo degli slot aeroportuali
Travel Quotidiano ECONOMIA

“Lasciate le regole degli slot come erano prima della pandemia e sarà il mercato a risolvere il problema”, ha dichiarato Varadi a Reuters.

“Saremmo in grado di operare quegli slot negli aeroporti vincolati, quindi perché restano protetti a beneficio dei vettori tradizionali che non sono in grado di sfruttarli?”.

Tali regole, secondo il ceo della low cost, Jozsef Varadi, non dovrebbero essere cambiate per proteggere le compagnie aeree tradizionali e se queste ultime non sono in grado di utilizzarli, gli slot dovrebbero essere messi a disposizione dei competitor. (Travel Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altri media

Una situazione, aveva fatto notare Spohr, che "non può che danneggiare l'ambiente, all'opposto di ciò che la Commissione europea vuole ottenere con il suo programma "Fit for 55". La Commissione europea ha introdotto delle misure a sostegno delle compagnie aeree in modo che possano mantenere gli slot con un numero ridotto di voli". (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Continua la disputa sulla norma europea che disciplina il mantenimento degli slot negli aeroporti del Vecchio continente da parte dei vettori aerei. Alcuni analisti tedeschi sono certi che la norma europea non verrà abrogata, ma si sono detti sorpresi dall'annuncio dell'aviolinea tedesca, sostenendo che potrebbe combinare i voli negli slot oppure operare con velivoli più piccoli (AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency)

L’esistenza stessa dei voli fantasma, però, sembrerebbe provare il contrario. Ed è per questo motivo che, per non rischiare di perdere i propri slot, le compagnie aeree stanno effettuando numerosi voli fantasma. (green.it)

Slot aeroporti: Wizz Air dice no alla protezione

Al momento, le norme europee impongono di fare almeno il 50% dei collegamenti per ogni rotta. In caso contrario, le compagnie rischiano di perdere le finestre assegnate loro (o slot) (Roccarainola.net)

Se queste decidono di continuare a operare voli vuoti o quasi vuoti è perché lo hanno deciso". Ryanair però non ci sta e replica a Lufthansa, tornando a chiedere alla Commissione di costringere le compagnie aeree che ricevono aiuti di Stato a restituire gli slot inutilizzati. (Tp24)

Vuoi accedere a questo ed altri contenuti riservati? Il riferimento è alla richiesta avanzata da alcune aviolinee che hanno chiesto a Bruxelles di sospendere per tutta la durata della pandemia la regola dello "use it or lose it": ovvero che le società debbano utilizzare gli slot affittati al 50% della loro capacità, pena la (AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr