Mercati: è troppo presto per essere ribassisti

Mercati: è troppo presto per essere ribassisti
Bluerating.com ECONOMIA

Negli ultimi venti anni settembre è stato un mese relativamente impegnativo per l’S&P 500, anche se questa è una di quelle statistiche citate talmente spesso da rischiare di realizzarsi da sola.

La BCE sta cautamente imboccando la strada del tapering fornendo al tempo stesso rassicurazioni sul sostegno a lungo termine per evitare qualsiasi timore da parte degli investitori.

Anche se il virus può essere in fase calante, stiamo solo iniziando a comprendere gli effetti a lungo termine sui mercati e sulle economie

Ecco di seguito la view di Lewis Grant, Global Equities Senior Portfolio Manager per la divisione internazionale di Federated Hermes. (Bluerating.com)

Ne parlano anche altre testate

Stessa cosa sul dove, ai lati di una centrale area di ricopertura posta a 26000, salgono contratti put a strike 22000 e nuovi contratti call a strike 28500 Su sono evidenti i nuovi ingressi di put sia su strike otm che a ridosso del prezzo a strike 4450 e 4400. (Investing.com)

Ha rotto i minimi del primo riquadro rosso che vi evidenzio, per andare a caccia di altri minimi e per andare a costruire un secondo riquadro rosso, ampio quanto il primo. Caratteristiche del grafico che allego:. (Investing.com)

Negli ultimi venti anni settembre è stato un mese relativamente impegnativo per l’S&P 500, anche se questa è una di quelle statistiche citate talmente spesso da rischiare di realizzarsi da sola. In questo momento è troppo presto per dichiarare che i mercati sono ribassisti, e abbiamo già visto simili brevi pause in passato, ma si percepisce che i venti contrari sono in aumento. (Wall Street Italia)

Azionario, volatilità e instabilità torneranno ma porteranno anche nuove opportunità « LMF Lamiafinanza

Il fatturato del secondo trimestre del 2021 è stato di 24,0 milioni di dollari, con un aumento del 26% rispetto ai 19,1 milioni di dollari del secondo trimestre del 2020. Per il management il secondo trimestre del 2021 ha accelerato secondo le aspettative previste. (Investing.com)

Il successo del mercato azionario nel 2021, quindi, è sicuramente dovuto ai profitti realizzati e alle valutazioni ai massimi storici, ma anche a una forte mancanza di alternative cross-asset. In conclusione, per l’ultimo trimestre del 2021 De Negri sembra attendersi che il motore del mercato azionario possa ridurre i giri, sia diminuendo gli utili che le valutazioni, generando tuttavia risultati interessanti (Milano Finanza)

Siamo ancora solo agli inizi della fase di recupero dell’economia, che sta supportando i mercati azionari. Nella prossima fase il supporto resterà significativo, ma l’instabilità e le fluttuazioni torneranno a giocare un ruolo importante (lamiafinanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr