Arriva l'olio nuovo, le stime di Coldiretti Toscana: "Ottima qualità, ma quantità giù del 50%"

Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine ECONOMIA

Le esportazioni di olio extravergine rappresentano un quarto del valore di prodotti agricoli ed agroalimentari che la Toscana esporta nel mondo con un fatturato di 650 milioni di euro

L’olio extravergine che finirà sulle nostre tavole e sui mercati italiani e stranieri bene rappresenterà il Made in Tuscany dell’eccellenza”.

“La campagna olivicola – spiega Fabrizio Filippi, presidente Coldiretti Toscana – si apre con uno scenario diverso rispetto allo scorso anno. (Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine)

Ne parlano anche altre fonti

dell’olio extravergine di oliva Umbria, istituita nel 1997, è l’unica denominazione italiana estesa all’intero territorio regionale, che è stato suddiviso in cinque sottozone (Colli Assisi-Spoleto, Colli Martani, Colli del Trasimeno, Colli Amerini e Colli Orvietani) (PerugiaToday)

Sono queste le prime impressioni del mercato dell’olio siciliano, con la campagna di raccolta e molitura appena iniziata. Una quantità superiore del 15% e un prezzo che si mantiene sostanzialmente stabile per l’olio extravergine di oliva in Sicilia a ottobre 2021. (Sicilia Agricoltura)

Aumentano i costi anche per colpa del rincaro dei prezzi di bottiglie e lattine. Anno nero per la produzione dell'olio extravergine d'oliva. - spiega Felice Curcetti- La produzione è stata compromessa dal caldo anomalo di marzo e dalle successive inaspettate gelate di aprile. (notiziediprato.it)

“La campagna olivicola - spiega Fabrizio Filippi, presidente Coldiretti Toscana - si apre con uno scenario diverso rispetto allo scorso anno. A dirlo è Coldiretti Toscana sulla base dell’analisi del Consorzio per la Tutela dell’olio extravergine di oliva toscano IGP. (PisaToday)

Coldiretti teme l'invasione di olive straniere e il rischio contraffazione. di Federico Monechi. Lo stress climatico colpisce l'olio, le gelate della primavera scorsa e la lunga siccità in estate hanno dimezzato la produzione di olive. (TGR – Rai)

È scattata la raccolta delle olive nella provincia di Massa-Carrara ma le previsioni non sono certo delle migliori. – Male in Lungiana, un po’ meglio sulla costa. (La Voce Apuana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr