Assalto alla Cgil di Roma, arrestato anche il modenese Biagio Passaro

Assalto alla Cgil di Roma, arrestato anche il modenese Biagio Passaro
La Gazzetta di Modena INTERNO

Non ci sono solo i nomi di ex Nar ed esponenti di Forza Nuova nelle indagini, ma anche quelli diimprenditori, come il fondatore del movimento "IoApro".

Il ristoratore Biagio Passaro è tra gli arrestati per l'assalto di ieri, sabato 9 ottobre, alla sede romana della Cgil.

Il movimento è nato durante i mesi di zona rossa e arancione, quando le attività di ristorazione erano chiuse, come forma di protesta. (La Gazzetta di Modena)

Su altre testate

Va vietata la loro propaganda. Di fronte a un tale affronto alla democrazia non si può rimanere indifferenti: si tratta dell’ennesima dimostrazione della necessità di agire, oltre che di sconcertarsi. (Vasto Web)

Piena solidarietà alla Cgil e alle forze dell'ordine a seguito degli incresciosi episodi che si sono verificati sabato a Roma, con il deplorevole assalto alla sede nazionale dell'organizzazione sindacale più rappresentata sul territorio italiano. (BisceglieViva)

Potersi vaccinare è un diritto per il quale tutti noi ci siamo lungamente battuti e, come dice il Presidente Michele Emiliano, noi spingiamo le persone a vaccinarsi per il bene comune, perché tutti possano sentirsi protetti, per sconfiggere quanto prima un virus che ha piegato il nostro Paese dal punto di vista della salute e dell’economia. (BarlettaLive)

L'assalto alla Cgil a Roma, presidio di solidarietà anche in città

politica. 'Lo Stato reagisca' commenta Landini e annuncia per il 16 ottobre una grande mobilitazione nazionale. (TG La7)

Passaro era già noto per le varie proteste e manifestazioni di IoApro attuate durante il lockdown primaverile (in particolare come brand manager del franchising di Regina Margherita una catena di pizzerie che ha vari locali anche a Modena). (ModenaToday)

Oltre al gruppo dirigente, un centinaio di lavoratori e cittadini hanno presenziato all'iniziativa per dire no alla violenza fascista. Questo dimostra - ha concluso Buscemi - che non c’è spazio per frange fasciste che vogliono portare le lancette indietro di quasi un secolo. (AgrigentoNotizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr