‘Un Giorno da Pecora’, Roberto Gualtieri suona i Maneskin

‘Un Giorno da Pecora’, Roberto Gualtieri suona i Maneskin
Per saperne di più:
LaPresse INTERNO

Performance alla chitarra del candidato alle primarie del c.sinistra a Roma. Performace di Roberto Gualtieri, ospite a ‘Un Giorno da Pecora’ su Rai Radio Uno.

L’ex ministro dell’Economia e candidato alle primarie del c.sinistra a sindaco di Roma si è esibito alla chitarra, suonando ‘Vent’anni’ e ‘Zitti e Buoni’ dei Maneskin

(LaPresse)

Su altre testate

Carlo Calenda, 48 anni, si è candidato sindaco di Roma già da 8 mesi. «Rutelli è stato il miglior sindaco di Roma, e si era messo intorno persone molto capaci». (leggo.it)

«Mi piacerebbe vedermela con Virginia Raggi» racconta ai microfoni di Leggo. C'E' MOLTO DA LAVORARE. «Perché in molti si sono rifiutati di candidarsi a Sindaco di Roma? (leggo.it)

Gli alleati del Pd. Listone unico centrista da Calenda, Renzi e i civici: "Milano è il laboratorio" di Giuseppina Piano. (fotogramma). Ma l’annuncio verrà solo dopo l’accordo su capilista e simbolo Il sindaco: "Fate presto" (La Repubblica)

Sala e Calenda mettono in crisi il Pd

Un attacco frontale rincarato su temi legati all’amministrazione della Capitale: «Su Ama, Atac, impianti per rifiuti – aggiunge Calenda – da ministro non hai fatto nulla per Roma, da candidato parli solo di tavoli e primarie Carlo Calenda (Azione) candidato sindaco di Roma va all’attacco di Roberto Gualtieri, candidato alle primarie del centrosinistra a sindaco di Roma, ospite questa mattina a Sky Tg 24. (Il Riformista)

"E' stato incredibile lavorare con loro, la musica e il calcio uniscono la gente", ha affermato Garrix, presentando 'We are the people' (La7)

Ma il commissario leghista Stefano Bolognini sottolinea: «Siamo in vantaggio anche senza candidato, fa capire quanto la città sia stanca di Sala». Si riferisce al sondaggio Tecnè per «Quarta Repubblica» che vede Sala con Pd e il resto della coalizione al 43% e il centrodestra al 46% (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr