Covid, torna la paura. Il bresciano in zona arancione rafforzata. Stop delle scuole. Preoccupa anche il Veneto

Covid, torna la paura. Il bresciano in zona arancione rafforzata. Stop delle scuole. Preoccupa anche il Veneto
Tiscali Notizie INTERNO

"Zona arancione rafforzata" in Lombardia nella provincia di Brescia e in altri Comuni della bergamasca.

Le zone a rischio. Oltre alla provincia di Brescia, i Comuni in zona arancione rafforzata saranno Viadanica, Predore San Martino, Sarnico, Villongo, Castelli Calepio, Credaro e Gandosso, in provincia di Bergamo, e Soncino in provincia di Cremona.

Nel Lazio ci sono già altri tre paesi in zona rossa

Zona rossa in Ciociaria. (Tiscali Notizie)

Su altri media

A dirlo è Stefano Karadjov, direttore della Fondazione Brescia Musei, nel primo giorno di zona arancione ‘rafforzata’ nel Bresciano. “Chiudiamo per la terza volta in un anno – spiega – avevamo riaperto con grande sforzo e un grande successo. (LaPresse)

del 14 gennaio 2021, ove non diversamente disciplinate dal presente provvedimento". (Adnkronos). Zona arancione rafforzata per tutta la provincia di Brescia e alcuni comuni in provincia di Bergamo e Cremona, con nuove misure e restrizioni. (Adnkronos)

Considerata l’ultima accelerazione - ha aggiunto la vicepresidente Moratti parlando in Consiglio regionale - nella provincia di Brescia, con l’aggravante delle varianti che nell’area sono presenti al 39% del totale dei casi, abbiamo concordato con Ministero della Salute una strategia di mitigazione e contenimento del contagio» Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana emanerà nelle prossime ore, un’ordinanza che prevede l’istituzione di una «zona arancione rafforzata» nell’intera Provincia di Brescia, in 8 Comuni della Bergamasca - Viadanica, Predore, Adrara San Martino, Sarnico, Villongo, Castelli Calepio, Credaro e Gandosso- e nel Comune di Soncino, in provincia di Cremona (L'Arena)

Zona arancione nel Bresciano, chiudono i musei: “Ci faremo trovare pronti per la riapertura”

Il Bresciano è infatti da ieri sera alle 18 in zona arancione ‘rafforzata’, insieme a otto comuni del Bergamasco. Solo due anni fa i musei bresciani registravano 250 mila ingressi in un anno, un numero quasi azzeratosi nel 2020 (LaPresse)

Inoltre, “è fortemente raccomandato che le scuole e istituzioni formative di cui al punto 2 aventi sedi in territori della Lombardia diversi dalla Provincia di Brescia e dai Comuni di Viadanica, Predore, Adrara San Martino, Sarnico, Villongo, Castelli Calepio, Credaro, Gandosso (BG) e Soncino (CR) dispongano la didattica a distanza per i propri studenti residenti o domiciliati in Provincia di Brescia o nei predetti Comuni” Milano, 23 feb. (LaPresse)

«I nostri ospedali sono nuovamente in grande difficoltà nell’accogliere e prestare assistenza a un numero sempre maggiore di malati. Il pericolo, anzi, è chiaramente percepito: già in mattinata l’Ordine dei medici della provincia di Brescia aveva diffuso una nota in cui chiedeva un intervento rapido. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr