Marta Cartabia, il retroscena: quel conflitto di interessi che blocca la riforma della giustizia

Marta Cartabia, il retroscena: quel conflitto di interessi che blocca la riforma della giustizia
Liberoquotidiano.it INTERNO

Con la riforma Cartabia si creeranno più collegi, coincidenti con i distretti di Corte d'Appello, e potranno essere espresse fino a quattro preferenze.

| Guarda. Il professore Massimo Luciani, ordinario di Istituzioni di diritto pubblico nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Roma, nominato lo scorso marzo dalla Cartabia presidente della Commissione per la riforma del Csm.

Sorprende, allora, che la ministra Cartabia voglia tornare alla preferenza multipla che ha segnato una pagina poco esaltante della storia del Paese. (Liberoquotidiano.it)

Ne parlano anche altri giornali

E pensare che proprio la necessità di una riforma della giustizia, soprattutto delle modifiche normative sulla prescrizione introdotte dal governo giallo-verde, è stata una bandiera a lungo sventolata da Matteo Renzi. (Nicola Porro)

E purtroppo dei suoi inevitabili ritardi. Proprio perché possono contare sui loro assistenti che preparano il lavoro, mentre lui lo pianifica e lo conclude (La Repubblica)

"La giustizia non è tema da referendum. Strumentalizzano il periodo per regolare vecchi conti"

Sono al lavoro tre commissioni sulle riforme della giustizia (processo penale, processo civile e Csm e ordinamento giudiziario, ndr). E stupisce che tra i promotori del referendum ci sia la Lega, una forza di governo. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr