Un decreto per sciogliere Forza Nuova: l’ipotesi sul tavolo del governo Draghi

Open INTERNO

L’ipotesi è sul tavolo del governo Draghi.

Ieri intanto il sito di Forza Nuova è stato sequestrato

Sciogliere Forza Nuova per decreto.

Sono alcuni dei “sintomi” della “riorganizzazione del disciolto partito fascista”.

Ma è altrettanto evidente l’ostacolo rappresentato dalla Lega: i ministri del Carroccio siedono in cdm e dovrebbero votare a favore del reset di Forza Nuova.

(Open)

La notizia riportata su altri media

L’errore della destra. Ciò che non avvenne, in definitiva, per tutta la torbida parabola degli anni di piombo, e nemmeno con le devastazioni di Genova, sulle quali la sinistra che oggi si straccia le vesti specula da venti anni. (Nicola Porro)

Della formazione del nipote del Duce facevano parte anche Forza Nuova di Roberto Fiore (arrestato per le violenze di Roma) e il Fronte Sociale nazionale di Adriano Tilgher. Fiore (Forza Nuova), intercettato, temeva per il successo dei movimenti neofascisti CasaPound e Militia ma sapeva bene di non avere alcuna forza per competere soprattutto con CasaPound (Open)

Fabio Corradetti, 20 anni, Iorio Pilosio, 54 anni, Valerio Pellegrino, 21 anni, Maurizio Bortolucci, 58 anni pregiudicato, e Gennaro Imperatore, 70 anni, sono comparsi davanti a un collegio di giudici. (ilGiornale.it)

Gelosie, contrasti, la ricerca di appoggi all’estero, il desiderio di creare alleanze con altri gruppi neofascisti del Vecchio Continente, l’intestazione di società a militanti di Fn che fungono da teste di legno per il leader del movimento e, infine, il sospetto di una manina dei servizi dietro le gesta dei camerati rivali. (ilmattino.it)

la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio La Costituzione vieta la ricostruzione del partito fascista, la legge Scelba punisce penalmente chi cerca di ricostruire il partito fascista e consente alla magistratura di sciogliere i partiti che si rifanno a questa ideologia. (BergamoNews)

L’attacco alla Cgil è stato annunciato in piazza un’ora prima, dal leader romano di Forza nuova, Giuliano Castellino. In un Paese civile, Castellino in quella piazza non ci doveva nemmeno arrivare, altrimenti chi lo ha mandato lì, o ha lasciato che andasse lì, ha la medesima responsabilità politica di non aver impedito quella roba”. (Imola Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr