Accoltellata mentre faceva jogging, l'aggressore di Marta Novello libero per errore

Accoltellata mentre faceva jogging, l'aggressore di Marta Novello libero per errore
Virgilio Notizie INTERNO

È tornato in libertà per un errore burocratico il quindicenne condannato per il tentato omicidio di Marta Novello, la studentessa accoltellata per 23 volte nel marzo dello scorso anno mentre faceva jogging tra le strade di Mogliano Veneto, in provincia di Treviso.

La studentessa di 26 anni era stata ridotta in fin di vita e per quella vicenda l’aggressore è stato condannato in Appello a 5 anni.

Adesso però è stato scarcerato dall’istituto penitenziario napoletano dove era stato trasferito e sarebbe volato a Londra dalla madre. (Virgilio Notizie)

La notizia riportata su altre testate

Il suo allontanamento, viene precisato, è legale, con i termini di custodia scaduti e in assenza di un ordine del giudice. Uccisa a 9 anni a coltellate in strada, choc in Gran Bretagna. (ilmessaggero.it)

La notizia della scarcerazione del ragazzo è delle scorse ore e ha spinto la ministra della Giustizia Marta Cartabia a incaricare gli ispettori al fine di approfondire la vicenda e svolgere "i necessari accertamenti preliminari, formulando all'esito valutazioni e proposte”. (Fanpage.it)

È polemica attorno alla scarcerazione del quindicenne, condannato per aver ferito la 26enne, che faceva jogging nella periferia di Mogliano Veneto. «Da quel che sappiamo si troverebbe a Londra con la madre - ha spiegato il legale di Marta, l'avvocato Alberto Barbaro -. (ilGiornale.it)

Scarcerato per errore, l'accoltellatore di Marta ha contattato gli amici

Ho saputo casualmente della scarcerazione del ragazzo e del suo rientro a casa - racconta Marta Novello, la studentessa moglianese di 27 anni -. Sapere che il suo aggressore è già libero, per un errore giudiziario, è stato come ricevere un’altra coltellata. (ilgazzettino.it)

La notizia della scarcerazione per un pasticcio legato alla scadenza dei termini del 16enne deflagra come una bomba sul sistema penale italiano La ministra Marta Cartabia, attraverso gli uffici del suo Gabinetto ha chiesto all'ispettorato di svolgere «i necessari accertamenti preliminari, formulando all'esito valutazioni e proposte». (ilgazzettino.it)

Ho paura che la gente si abitui all'ingiustizia" ha dichiarato infatti il padre di Marta Novello Si è trattato di pochi giorni tra la scarcerazione e la partenza, durante i quali però ha creato agitazione e scompiglio nella cittadina Trevigiana. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr