Seconde cessioni e bonus edilizi, cosa cambia con divieto di cessione parziale e tracciabilità delle opzioni

Qualenergia.it ECONOMIA

Lo spiega l’Agenzia delle entrate pubblicando la risposta a questa faq.

In particolare […]. Potrebbe interessarti anche:

Come potranno avvenire le cessioni dei crediti successive al primo esercizio dell’opzione (prima cessione o sconto in fattura), in seguito all’introduzione del divieto di cessione parziale e dell’obbligo di tracciabilità delle cessioni dei crediti relativi al Superbonus e agli altri bonus edilizi?

(Qualenergia.it)

Ne parlano anche altre testate

In premessa abbiamo accennato al fatto che il mercato della cessione del credito è quasi in blocco totale. Ad ogni modo, bisognerà attendere la pubblicazione del decreto aiuti in Gazzetta ufficiale per capire quale sarà la risposta del mercato alle novità in esso contenute. (InvestireOggi.it)

La banca può procedere ad un’ulteriore cessione verso i propri correntisti. La norma cita i soli clienti professionali quali soggetti verso i quali la banca può cedere il credito (InvestireOggi.it)

Le ulteriori rate, sempre per l'intero ammontare, potranno essere cedute anche in momenti successivi o utilizzate in compensazione, in tale ultimo caso anche in modalità frazionata, mentre le singole rate non potranno essere oggetto di una cessione parziale o, si afferma testualmente, in più soluzioni Per monitorare il rispetto delle nuove disposizioni, al credito ceduto viene assegnato un codice identificativo univoco che deve essere indicato nelle comunicazioni relative alle successive cessioni; detto codice è visibile sulla piattaforma e, ai fini della tracciabilità delle operazioni, deve essere indicato nelle eventuali successive cessioni delle singole rate. (Italia Oggi)

La Cessione del credito successiva alla prima può avvenire per singola rata in cui è stato suddiviso il credito ceduto. Divieto di cessione parziale per la singola rata. L’Agenzia delle entrate con una FAQ pubblicata ieri solleva ogni dubbio in merito (InvestireOggi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr