Bodio sarà al 50% autosufficiente

Ticinonline ECONOMIA

Lunedì sera il relativo messaggio municipale è stato approvato all'unanimità dal Legislativo locale.

Una volta terminati e operativi, il totale della produzione comunale di energia elettrica da fondi rinnovabili e sul proprio territorio riuscirà a soddisfare 210 delle circa 400 economie domestiche presenti (zona industriale esclusa).

I due interventi - si legge in una nota - sono la continuazione della politica energetica sostenibile intrapresa dal Comune di Bodio un ventennio fa e che attualmente conta altri tre impianti di produzione di energia elettrica: una centralina sull'acquedotto (2002), un impianto fotovoltaico sul tetto della palestra (2014) e uno sulla scuola dell'infanzia (2016)

I due impianti sorgeranno sul tetto delle scuole elementari e su quello della sala multiuso. (Ticinonline)

Ne parlano anche altri media

Queste però non basteranno: occorrerà anche utilizzare aree agrcole, da cui il termine agrivoltaico. Emiliano Pizzini (vicepresidente di Italia Solare, l’associazione di imprese che operano nel fotovoltaico) ha espresso il parere degli industriali. (Il Bo Live - Università di Padova)

Anche perché, la soluzione con i pannelli solari garantisce finora soltanto il 10 per cento dell’autonomia del camion. Visto dall’alto appare come una comune batteria di pannelli solari. (Corriere della Sera)

La multi-servizi di Alba al 1° posto per FT tra le realtà italiane che si occupano di servizi energico-ambientali. All’evento ‘Insieme per la Sostenibilità’ al Teatro Sociale, Carini spiega la propria visione della sostenibilità fatta di rispetto dell’ambiente e gestione dell’energia necessaria. (LaPresse)

L'inizio delle attività è previsto per il mese di novembre 2021 e la commessa sarà di competenza per 2,5 milioni di euro dell'esercizio 2021 e per 22,8 milioni di euro dell'esercizio 2022.Il progetto prevede l'installazione dicon l'utilizzo di tracker monoassiali e un'architettura complessiva in configurazione inverter di stringa con cabine di raccolta interne al campo solare, spiega la società in una nota. (Teleborsa)

Tra le province anche Genova, Napoli, Imperia, Reggio Calabria, Enna e Sassari. Leggi la notizia integrale su: Palermo Today. Il post dal titolo: «Energia solare, Palermo è la seconda provincia italiana con maggiore potenziale fotovoltaico» è apparso sul quotidiano onlinedove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Palermo (GeosNews)

La sicurezza è garantita dall’isolamento CAT III a 1500 V; si tratta dell’unico multimetro a pinza per impianti fotovoltaici a offrire questo livello di protezione per tecnici e ingegneri. Può essere quindi usato su impianti fotovoltaici di varie dimensioni, inclusi quelli più grandi come quelli pubblici, industriali e commerciali. (ElettricoMagazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr