Trieste blindata per l’assedio No Pass: i portuali mantengono la linea dura

La Repubblica INTERNO

«Il blocco del porto contro l’obbligo di Green Pass resta ad oltranza: daremo un segnale forte e compatto».

Il leader del coordinamento dei portuali, al termine di una giornata ad alta tensione in prefettura e Regione, è costretto a prendere atto che tra i ribelli ci sono sì «tante teste diverse», ma che la maggioranza respinge una «mera proroga della misura da parte del Governo»

In una Trieste blindata dalle forze dell’ordine e assediata dai manifestanti anti certificato verde, l’assemblea dei portuali smentisce in serata la svolta profilata da Massimo Giurissevich, che sembrava rompere il fronte degli irriducibili decisi a paralizzare il più importante scalo italiano nel giorno del debutto del passaporto anti-Covid. (La Repubblica)

La notizia riportata su altri media

L'ultima notte di protesta a Trieste. Prosegue anche questa sera, nonostante gran parte dei manifestanti si sia allontanata dopo le dichiarazioni del leader del Coordinamento del lavoratori portuali di Trieste, Stefano Puzzer, il presidio No Green pass davanti al varco 4 del Porto di Trieste Sta per finire la protesta al porto di Trieste. (ilgazzettino.it)

Stefano Puzzer, colui che è alla guida dell’iniziativa e portavoce del Coordinamento lavoratori portuali Trieste, ha detto che:. Il Comitato dei lavoratori portuali di Trieste ha denunciato che diverse aziende starebbero violando la normativa dell'obbligo del Green Pass a lavoro. (Notizie.it )

Userò il mio tempo per raccogliere tutte le denunce quando i lavoratori verranno chiamati a lavorare senza green pass come oggi”. Green pass, Puzzer contestato per aver sciolto presidio. (Nordest24.it)

Oggi abbiamo scoperto e denunciato che le aziende sono state costrette, per far fronte allo sciopero, a far lavorare lavoratori senza Green Pass, violando il decreto governativo. Ci siamo poi uniti agli altri lavoratori e cittadini che partecipavano alle manifestazioni del Coordinamento No Green Pass di Trieste (Telefriuli)

'Questa prima battaglia l'abbiamo vinta - si legge nel comunicato - dimostrando la forza e la determinazione dei lavoratori portuali e di tutti coloro che li hanno affiancati nella difesa della democrazia e della libertà'. (La Pressa)

Così il Coordinamento dei lavoratori portuali di Trieste commenta le agitazioni di questi giorni contro l’obbligo di Green pass, e annuncia che la protesta è sospesa. Se il 30 ottobre non otteniamo il ritiro del Green pass bloccheremo tutta l’Italia». (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr