Attacco hacker a Kiev: "Mosca vuole il pretesto per invadere l'Ucraina"

Attacco hacker a Kiev: Mosca vuole il pretesto per invadere l'Ucraina
Per saperne di più:
ilGiornale.it ESTERI

Il ministro degli Esteri polacco, Zbigniew Rau, non esclude che l'Europa possa finire in guerra se le tensioni sull'Ucraina non saranno disinnescate.

Le tensioni hanno portato ieri pomeriggio la Svezia a intensificare le attività sull'isola di Gotland, nel Mar Baltico

Sui siti è stato pubblicato un messaggio di minacce in ucraino, polacco e russo rivolto alla popolazione.

Ci sono volute parecchie ore per ripristinare la funzionalità delle piattaforme, ma Kiev adesso ha paura, e teme una nuova incursione degli hacker. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altri media

“Il malware è mascherato da ransomware ma, se attivato dall’attaccante, rende il sistema informatico infetto inutilizzabile“, spiega Colpite strutture governative critiche. A seguito del cyberattacco, dozzine di reti informatiche delle agenzie governative ucraine sono state infettate con un malware che può mettere i dispositivi ko. (CorCom)

Lo ha riferito il gigante tecnologico Usa, spiegando che il vero scopo del malware non era ricattare il governo di Kiev, come solitamente avviene nei casi di hackeraggio, ma distruggere i dati contenuti nei sistemi informatici. (La Stampa)

La mossa ha portato l’Occidente a denunciare una potenziale provocazione russa nella regione di conflitto, temendo che Mosca possa invadere lo Stato. Tali rivelazioni hanno offerto una prima analisi dettagliata dei sospetti di Kiev riguardo i fautori dell’attacco. (Sicurezza internazionale)

Microsoft avvisa di un malware distruttivo diffuso in Ucraina

L’attacco, inoltre, arriva dopo che i colloqui tra Mosca, gli Stati Uniti e gli alleati della Nato non sono riusciti a sbloccare lo stallo. Sull’homepage del sito del ministero degli Esteri compariva stamattina 14 gennaio un messaggio in lingua ucraina, russa e polacca che diceva: «Ucraini! (Metropolitan Magazine )

L’obiettivo sarebbe quello di destabilizzare il Paese arrivando ad una paralisi totale del sistema informatico a partire dai siti governativi Condividi. Ci sarebbe la Russia dietro il cyberattacco avvenuto nella notte tra il 13 e il 14 gennaio contro i siti del governo ucraino. (Sky Tg24 )

Microsoft ha fatto sapere di avere individuato un malware distruttivo sfruttato per manomettere sistemi di varie organizzazioni in Ucraina. Microsoft riferisce di non avere trovato collegamenti tra il nuovo malware e i siti ucraini andati in down. (macitynet.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr