Supermercati, effetto guerra: il 14% delle famiglie in difficoltà nel fare la spesa

Yahoo Italia ECONOMIA

I prodotti con i marchi dei supermercati fanno risparmiare?

Secondo i dati di NelesIQ se a febbraio 2022 le famiglie in difficoltà erano il 10 per cento, e quelle che erano appena uscite da un quadro di crisi ma stabilizzate erano il 14 per cento, ad oggi le famiglie in difficoltà sono cresciute fino al 17 per cento.

Invece, sono diminuite fino al 9 per cento le famiglie che devono razionalizzare con attenzione per non tornare in sofferenza. (Yahoo Italia)

Su altri media

Supermercati, effetto guerra: il 14% le famiglie in difficoltà nel fare la spesa (Getty Images). La guerra in Ucraina sta avendo ripercussioni sulla situazione economica delle famiglie italiane. I prodotti con i marchi dei supermercati fanno risparmiare? (Yahoo Notizie)

Fare la spesa deve essere un’esperienza gratificante, differenziando il punto vendita, il layout, inserendo servizi accessori.Per quanto riguarda la spesa media annua dei “fragili” NielsenIQ registra un aumento del 10,8% contro il 2019 perché le famiglie hanno fatto confluire i consumi fuori casa nella spesa domestica I “fragili” sebbene sicuramente sensibili al prezzo basso, vogliono anche gratificazione e quindi vanno “coccolati”, aiutandoli con le promozioni a mettere nel carrello prodotti che non si potrebbero permettere, mentre per gli “stabili” la parola d’ordine è premiare. (Agenzia askanews)

Se il 4% della popolazione non adotterà alcuna strategia di risparmio, il 27% sceglieranno i prodotti meno cari tra quelli che solitamente comprano, il 41 per cento ridurranno gli acquisti di categorie troppo costose, mentre il 28 farà la spesa in negozi diversi seguendo le promozioni o dove i prezzi sono generalmente più bassi Sabato 21 maggio 2022 - 10:31. (Agenzia askanews)

Ma a Linkontro si parla realisticamente, per i consumi, di un autunno "caldo" a causa del ridotto potere di acquisto dei consumatori italiani "A parità di paniere e di volumi l'inflazione è del 4,8% - spiega Luca De Nard, amministratore delegato di NielsenIQ Italia - Il consumatore cosa sta facendo? (il Dolomiti)

C’è ancora tanto da fare, però si è già visto che un quinto degli italiani ha riscoperto l’Italia. Questo è uno dei motivi per cui, in questo anno di ripartenza, noi abbiamo un dato molto positivo, perché sono tornati gli stranieri, però tanti italiani hanno deciso di rimanere in Italia”. (LaPresse)

"A parità di paniere e di volumi l'inflazione è del 4,8% - spiega Luca De Nard, amministratore delegato di NielsenIQ Italia - Il consumatore cosa sta facendo? Ma a Linkontro si parla realisticamente, per i consumi, di un autunno "caldo" a causa del ridotto potere di acquisto dei consumatori italiani (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr