Morto di Covid-19 dopo le cure via WhatsApp, perquisizioni in casa del medico | estense.com Ferrara

Morto di Covid-19 dopo le cure via WhatsApp, perquisizioni in casa del medico | estense.com Ferrara
Estense.com INTERNO

Alcune di queste risposte giungeranno anche dall’autopsia (le cui operazioni non dovrebbero iniziare prima di giovedì) e dalle altre analisi affidate al consulente della procura, il medico legale Giorgio Viel

Al 68enne era stato proposto un protocollo terapeutico – che prevede anche l’uso off label (ovvero al di fuori degli usi per i quali sono stati studiati e autorizzati) di alcuni medicinali – a base di antibiotico, cortisone, anticoagulante e il vermifugo ivermectina. (Estense.com)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Solo per mail e WhatsApp, neanche con messaggi vocali, come lo stesso medico invitava a non fare. Che, ribadiamo, da ieri è entrata nel vivo: ora è il momento di dare spiegazioni (La Gazzetta di Reggio)

Il dottor Alberto Dallari, di Reggio Emilia, aveva preso in carico il paziente no vax ferrarese che è morto dopo aver contagiato il Covid. APPROFONDIMENTI IL CASO Paola Soragni, consigliera M5S di Reggio Emilia: «Ho paura del. (ilgazzettino.it)

(mi-lorenteggio.com) VIttuone, 13 ottobre 2021 – Cercasi volontari per aprire l’oratorio di Vittuone tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, nel pomeriggio. Da qui l’appello a chi può farsi avanti, anche per poche ore la settimana (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Alberto Dallari, chi è il medico indagato per la morte del no vax di Ferrara

Venerdì scorso Gallerani ha ricevuto l'avviso di garanzia con le accuse, come detto, di omicidio colposo e omissione di soccorso. Il medico è, noto neurologo reggiano, per anni impegnato nella Stroke Unit del Dipartimento emergenza-urgenza dell'ospedale di Reggio. (La Pressa)

Il punto Alberto Dallari, chi è il medico indagato per la morte del no vax di Ferrara - No vax morto a Ferrara, indagato il medico che lo curò con la telemedicina. Molti i messaggi scambiati tra Gallerani e Dallari, la maggior parte che riportano la situazione clinica del sessantottenne con comunicazione della temperatura corporea e del livello di saturazione. (il Resto del Carlino)

Non c’è alcuna correlazione col mio operato", si difende il medico che invita gli investigatori a concentrarsi sul ricovero. Poi è stato intubato e tracheostomizzato, ed è venuto a mancare un mese dopo". (il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr