Napoli, agguato a Secondigliano: ucciso 19enne in strada

Napoli, agguato a Secondigliano: ucciso 19enne in strada
ilmessaggero.it INTERNO

Domenica 10 Ottobre 2021, 10:59. Ammazzato a soli 19 anni con dieci colpi di pistola.

A dare l’allarme una telefonata alla centrale operativa che segnalava la presenza di una persona ferita a colpi d’arma da fuoco.

E’ morto così Luigi Giuseppe Fiorillo, piccolo pregiudicato di Secondigliano, indicato dagli investigatori come vicino agli ambienti criminali della potente cosca Di Lauro.

Napoli, agguato in strada: incensurato di 23 anni ucciso a colpi di arma da fuoco. (ilmessaggero.it)

La notizia riportata su altri media

Un 19enne, Luigi Giuseppe Fiorillo, è morto la scorsa notte vittima di un agguato all’esterno di un circoletto di via cupa vicinale dell’Arco, nel quartiere di Secondigliano. Soltanto lo scorso 5 ottobre infatti a Ponticelli era stato ucciso un giovane di 23 anni, Carmine D’Onofrio, centrato da più colpi d’arma da fuoco mentre passeggiava in strada assieme alla compagna incinta (Il Riformista)

Secondo quanto riferito dalla Polizia, Fiorillo aveva dei precedenti Un giovane di 19 anni, Luigi Giuseppe Fiorillo, è stato ucciso in un agguato nella notte in via dell'Arco, nel quartiere di Secondigliano, a Napoli (Corriere TV)

Giuseppe Fiorillo, 19 anni, è stato ucciso in un agguato sabato sera, poco dopo la mezzanotte, all'esterno di un circoletto di via dell'Arco nel quartiere di Secondigliano. Dai bossoli recuperati durante il sopralluogo delle forze dell'ordine è emerso che l’arma utilizzata dovrebbe essere una pistola semiautomatica calibro 7,65. (Today.it)

Napoli, ragazzo di 19 anni ucciso nella notte

“Stanno uccidendo Napoli” è il titolo della lettera nella quale monsignor Battaglia sottolinea: “La sta uccidendo la camorra e il malaffare, con la violenza e la crudeltà di coloro che hanno dimenticato di essere umani! La sta uccidendo – rimarca Battaglia – la scarsa attenzione della politica, nazionale e locale, che pare essersi abituata al sangue versato in terra partenopea, considerandola alla stregua di un paese in guerra” (LaPresse)

Agguato a Secondigliano, ipotesi epurazione: Fiorillo ucciso per litigio con uomo del clan Luigi Giuseppe Fiorillo, il 19enne ucciso sabato notte a Secondigliano, Napoli nord, potrebbe essere stato ammazzato per questioni passionali, dopo un litigio con un pregiudicato legato al clan di cui lui stesso faceva parte. (Fanpage.it)

Il suo corpo è stato trovato a terra senza vita, all'esterno di un circolo ricreativo. Secondo quanto riferito dalla polizia, Fiorillo aveva dei precedenti per droga (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr