Il giallo di Gaia, scomparsa sul traghetto a vent'anni: indagini sul telefonino. I genitori: «Non si è suicidata»

leggo.it INTERNO

I genitori di Gaia Randazzo sono convinti che la figlia non si sia uccisa. La ragazza di 20 anni, originaria di Codogno, in provincia di Lodi, partita da Genova e diretta in Sicilia, è sparita nel nulla mentre era a bordo della nave della compagnia Gnv, la notte tra il 10 e l'11 novembre. La felpa ed il telefonino sono gli oggetti di Gaia rinvenuti sulla nave, vicini ad una panchina, su cui la procura svolgerà un accertamento irripetibile. (leggo.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Andava a Palermo dai nonni: «Chi l’ha vista parli». «Aveva lasciato il fidanzato ma stavano insieme solo da quattro mesi e lei non soffriva» Gaia aveva 20 anni, amava gli animali e la natura. Aveva amici, faceva progetti, adorava la sua famiglia. (Corriere della Sera)

Ma i genitori della ragazza escludono l’ipotesi di un gesto volontario: " Non era depressa. Lo testimonierebbe un sms, scritto e mai inviato, al suo (ex) fidanzato: " Ti amo, addio, perdonami ". (ilGiornale.it)

Impossibile abbia pensato di uccidersi". "Temiamo sia stata aggredita", fa sapere il legale della famiglia invitando chiunque possa avere visto la giovane a bordo della nave la notte tra il 10 e l’11 novembre a dare notizie. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

La famiglia di Gaia Randazzo, la ragazza di 20 anni sparita mentre a bordo dalla nave Superba della compagnia Gnv, la notte tra il 10 e l'11 novembre, da Genova raggiungeva la Sicilia, spera di potere avere qualche risposta già dalla prossima settimana. (IL GIORNO)

Ragazza scomparsa su nave Genova-Palermo. I genitori: «Non crediamo all’ipotesi del suicidio» (MeridioNews - Edizione Sicilia)

Ma la ventenne sembra sparita nel nulla. Un suicidio, secondo gli investigatori che sospettano che la giovane si sia lanciata in mare di notte perchè soffriva per una delusione amorosa. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr