Decreto semplificazioni 2020, la bozza: appalti, abuso d’ufficio, procedure

Decreto semplificazioni 2020, la bozza: appalti, abuso d’ufficio, procedure
Corriere della Sera Corriere della Sera (Interno)

Ecco perché si attribuisce grande importanza al decreto legge Semplificazioni, la cui bozza è ormai pronta e che potrebbe andare questa settimana all’approvazione del consiglio dei ministri.

Vengono inoltre semplificate le procedure di certificazione antimafia, incrociando le informazioni già presenti nelle banche dati della pubblica amministrazione.

Su altre testate

Tra le priorità, l'abbattimento dei tempi di durata del procedimento di Valutazione impatto ambientale (Via) che arrivano anche a punte estreme di dieci anni. Sono solo alcuni degli interventi contenuti nella bozza di decreto semplificazioni attorno al quale domani si discuterà a Palazzo Chigi all'interno di un apposito vertice di maggioranza. (Italia Oggi)

Questo prevede ancora la bozza che contiene diverse norme per il sostegno e la diffusione dell’amministrazione digitale. Abbattere i tempi di durata del procedimento è, pertanto, la prima necessità”, si legge nel testo della bozza. (Il Riformista)

Previsti un fondo per la prosecuzione delle opere pubbliche e l'accelerazione della Valutazione di impatto ambientale. Il titolare del potere sostitutivo (attualmente il Capo Dipartimento del ministero dell’Ambiente) deve provvedere all’adozione del provvedimento entro un termine prefissato. (Il Fatto Quotidiano)

Prende corpo il dl Semplificazioni che, come emerge da una bozza che l’Adnkronos ha potuto visionare, consta di tre titoli: semplificazioni in materia di contratti pubblici ed edilizia; semplificazioni procedimentali e responsabilità; misure di semplificazione digitale e per il sostegno e la diffusione dell’amministrazione digitale. (QuiFinanza)

Sono due dei principali interventi di semplificazione in materia di contratti pubblici. (La Voce dell'Isola)

Appalti senza gara. Sono previste deroghe di un anno sulle soglie per le assegnazioni degli appalti senza gara, commissari e rilascio della certificazione anti-mafia. In particolare si prevede, fino al 31 luglio 2021, l’affidamento senza gare per le piccole e medie opere. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti