Caso Diakhaby-Cala, la Federazione spagnola apre un’indagine

Caso Diakhaby-Cala, la Federazione spagnola apre un’indagine
Più informazioni:
CIP SPORT

Negro de Mierda " pic.twitter.com/FcuT3PNwpy — Mouctar Diakhaby (@Diakhaby_5) April 6, 2021. La squadra avversaria, il Cadice, si è detta “felice e contenta che si faccia luce su questo episodio”.

Il Valencia e Diakhaby hanno denunciato l’episodio pubblicando anche un video sui propri social accompagnato da un comunicato ufficiale e ora, la Federcalcio spagnola, ha deciso di vederci chiaro andando a fondo alla questione. (CIP)

Se ne è parlato anche su altre testate

Io e i miei compagni abbiamo deciso di andare negli spogliatoi e poi uno di loro ha detto: 'Se ci scusiamo tornate in campo?'. Domenica un giocatore mi ha insultato, dicendomi 'Nero di m. (Tuttosport)

"Farò causa per diffamazione". Dopo aver rispedito le accuse al mittente, Cala poi passa al contrattacco: ""Non è vero che mi sono offerto di scusarmi con Diakhaby per riprendere la partita perché non ho fatto nulla di riprovevole. (la Repubblica)

Lavoriamo e continueremo a farlo affinché nel nostro calcio non ci siano comportamenti xenofobi con un fortissimo ‘NO AL RAZZISMO’ Non dubitiamo dell’onestà di tutti i componenti della nostra rosa, fermi difensori della lotta al razzismo, il cui atteggiamento è sempre stato esemplare. (Viola News)

Liga, Cadice-Valencia interrotta per episodio di razzismo

Il Milan osserva la situazione. Insulti evidentemente intollerabili che hanno spinto il calciatore e il Valencia stesso alla presa di posizione (Calcio mercato web)

Il difensore del Valencia s'infuria per qualcosa che gli ha detto l'avversario, lo rivela ai compagni che decidono di accompagnarlo fuori dal campo. Scuse rifiutate, "perché non basta chiedere scusa e far finta che non sia successo niente", dice Diakhaby. (La Gazzetta dello Sport)

"La squadra si è riunita e ha deciso di tornare in campo per difendere i nostri colori e il nostro simbolo, ma il Valencia CF condanna fermamente il razzismo in tutte le sue forme. Il messaggio del Cadiz. (QUOTIDIANO.NET)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr