Tassi di interesse verso un altro rialzo: nubi nere sull'eurozona

Tassi di interesse verso un altro rialzo: nubi nere sull'eurozona
Economy Magazine ECONOMIA

I tassi di interesse cresceranno ancora. Lo dice il bollettino della Banca Centrale Europea, pubblicato giovedì, pochi giorni dopo il rialzo deciso nei giorni scorsi. L’obiettivo rimane quello di limitare l’inflazione che nel mese d’agosto ha raggiunto picchi che non si vedevano dagli anni ’80. Il Consiglio direttivo – spiegano da Bruxelles – riesaminerà regolarmente la traiettoria della politica monetaria alla luce delle informazioni più recenti e dell’evolvere delle prospettive di inflazione. (Economy Magazine)

Se ne è parlato anche su altre testate

A Francoforte, così come a Berna e a Washington, su una questione sono tutti d’accordo: nei prossimi mesi non sono da escludere ulteriori aumenti. (MoneyMag.ch)

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 22 set - Nel contesto di un'economia mondiale in rallentamento, i rischi per la crescita sono orientati principalmente al ribasso, in particolare nel breve periodo. (Il Sole 24 ORE)

Siamo passati da una crescita impetuosa all'orlo della recessione in Europa e negli Usa. Troppo impegnati, i Fonzie della politica monetaria, a ingaggiar una singolare tenzone col caro-prezzi a colpi di rialzi dei tassi. (ilGiornale.it)

Recessione pesante in arrivo per l'Europa. Investimenti? Seguire Buffett.

La sostenibilità del debito pubblico dipende in modo cruciale dalla crescita economica. Ad affermarlo è il membro del Comitato esecutivo della Bce, Isabel Schnabel, rispondendo a una domanda sull'ascesa politica dell'estrema destra in Italia con la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, durante un'intervista alla testata tedesca T-online. (Milano Finanza)

La Bce aumenterà con ogni probabilità ancora i tassi nei prossimi mesi. L’istituto di Francoforte lo scrive nero su bianco all’interno del bollettino economico della Banca centrale europea, dove si sottolineano anche i rischi per la crescita con il protrarsi della guerra tra Russia e Ucraina. (Panorama)

Stando a quanto sostenuto dalla Lagarde in occasione dell’ultimo meeting (8 settembre), ci aspettano altri aumenti la cui entità sarà decisa sulla base dei dati, visto che la BCE non ha idea di quale possa essere il tasso neutrale, ovvero quello in grado di assicurare una crescita stabile del PIL a piena capacità. (Investing.com Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr