Ibrahimovic e l’operazione, cresce l’ansia: Zlatan rischia l’intervento al ginocchio

Ibrahimovic e l’operazione, cresce l’ansia: Zlatan rischia l’intervento al ginocchio
Corriere della Sera SPORT

E che a quel punto la sua carriera sarebbe inevitabilmente a rischio.

Il Milan è in ansia: Zlatan Ibrahimovic potrebbe dover finire sotto i ferri.

Il ginocchio infortunato il 9 maggio scorso contro la Juventus è ancora gonfio: dopo un mese non è migliorato e ora monta la preoccupazione.

Il campione svedese sa bene che a quasi 40 anni un intervento chirurgico potrebbe essere un problema serio.

Lo staff medico del Milan aspetterà ancora una decina di giorni

(Corriere della Sera)

Su altri giornali

Tra una decina di giorni verrà fatto un nuovo punto della situazione. Ibrahimovic è molto preoccupato: un infortunio così serio alla soglia dei 40 anni significherebbe probabilmente dire addio definitivamente al calcio giocato. (Pianeta Milan)

Ibra, cresce la preoccupazione: Milan a lavoro per non correre rischi e soprattutto per non farsi trovare impreparato al raduno di luglio. Ibra, cresce la preoccupazione: Milan a lavoro per non correre rischi e soprattutto per non farsi trovare impreparato al raduno di luglio. (Calcio News 24)

Valutazione non troppo dissimile quella che fa il Sassuolo per Raspadori, per il quale serviranno non meno di 20 milioni Il Milan attende di sapere se Ibrahimovic dovrà essere operato oppure no al ginocchio sinistro. (MilanLive.it)

Milan, Ibra preoccupa: serve Giroud

Una visita che ora potrebbe essere anticipata per capire le reali condizioni del calciatore. Il Milan fa i conti con i problemi fisici di Ibrahimovic: attesa per il consulto e intanto il piano B rossonero intralcia le mosse dell’Inter. (SerieANews)

A riportarlo è La Gazzetta dello Sport Adesso lo staff medico milanista attenderà la fine delle sei settimane previste dalla terapia stessa, per poi prendere una nuova decisione. (TUTTO mercato WEB)

I tempi di recupero scadranno fra 13 giorni e il 6 luglio inizierà il ritiro: sicuramente si saprà prima se il centravanti ci sarà o meno, ma la sensazione è che si debba procedere ancora alla terapia conservativa, volendo evitare un altro intervento chirurgico al ginocchio che rischierebbe di rivoluzionare totalmente i piani di giocatore e società. (Tuttosport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr