Zaki: “Io detenuto troppo a lungo”. Prima udienza dura 5 minuti, processo aggiornato al 28 settembre

Zaki: “Io detenuto troppo a lungo”. Prima udienza dura 5 minuti, processo aggiornato al 28 settembre
Altri dettagli:
Fanpage.it INTERNO

Zaki è stato arrestato nel febbraio dello scorso anno: è detenuto dunque da 19 mesi.

Zaki: “Io detenuto troppo a lungo”.

Il processo è stato aggiornato al 28 settembre: lo studente rimarrà in carcere fino a quella data

Prima udienza dura 5 minuti, processo aggiornato al 28 settembre È terminata dopo pochi minuti la prima udienza del processo in Egitto a Patrick Zaki.

A cura di Susanna Picone. È terminata la prima udienza del processo a Patrick Zaki che si è aperto questa mattina presso il tribunale di Mansura in Egitto. (Fanpage.it)

Ne parlano anche altre fonti

Il 30enne ricercatore e attivista rischia una multa e una pena fino a cinque anni di carcere, prevede Amnesty International. Si desume dunque che, in caso di una sentenza inferiore ai 19 mesi, vi sarebbe un'immediata scarcerazione. (Avvenire)

La ricerca e il sapere si nutrono di verità e giustizia: siamone sempre consapevoli”. (LaPresse) – “Tenere accesa l’attenzione su Patrick Zaki equivale anche a tenere viva la memoria su Giulio Regeni e chiedere verità e giustizia. (LaPresse)

I media egiziani non hanno fatto abbastanza luce sulla questione, ma diversi giornalisti e attivisti cristiani hanno espresso le loro obiezioni. Pubblichiamo in versione integrale l’articolo di Patrick Zaki del 2019 per cui i pm egiziani accusano lo studente di diffusione di notizie false. (Domani)

Zaki, processo aggiornato dopo pochi minuti: il giovane in carcere fino al 28 settembre - L'Unione Sarda.it

Ci auguriamo che possano arrivare buone notizie anche se le notizie buone continuano sempre ad essere rimandate. Ci siamo battuti con l’università e il sindaco, come comunità bolognese e regionale per la cittadinanza italiana (ilGiornale.it)

(LaPresse) – “Patrick Zaki ha bisogno di tornare qui da noi, in ateneo, dai suoi docenti, come un uomo libero, che porterà con sé sempre i segni di questi lunghi mesi, ma potrà farsi forza anche dei valori che la sua esperienza incarna”. (LaPresse)

La prima udienza del processo che in Egitto vede imputato Patrick Zaki, attesa dal giovane per 19 lunghi mesi, è durata solo pochi minuti. Fino a quella data lo studente egiziano dell'università di Bologna, accusato di diffusione di notizie false per un articolo che aveva scritto nel 2019 sui cristiani in Egitto, a suo dire perseguitati, dovrà restare in carcere. (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr